Quest'anno, nella serata di mercoledì 21 marzo, si è tenuta la 62esima edizione dei David di Donatello, condotta da Carlo Conti in uno studio di Roma e andata in onda su Rai 1 [VIDEO].

Cosa sono i David di Donatello

I David di Donatello sono dei premi assegnati dall'Ente 'David di Donatello' dell'Accademia del cinema Italiano. Sono ritenuti i riconoscimenti più famosi ed importanti per chi lavora in quest'ambito.

Il successo di Jonas Carpignano

Probabilmente la vittoria più eclatante è stata quella di Jonas Carpignano, a cui è stato assegnato il riconoscimento di miglior regista 2018, per il suo film intitolato "A Ciambra".

Il film, grazie al quale ha ricevuto il riconoscimento come miglio montaggio anche Alfonso Gonclaves, è stato girato nel quartiere di Gioia Tauro dove alloggia una comunità rom. Il giovane regista, sostenuto dalla LuCa (Calabria Film Commision e Lucana Film Commision), dopo essere stato escluso, lo scorso dicembre, dagli Oscar, a cui aveva candidato il suo film come "miglior film straniero", ha trovato la sua soddisfazione in Italia, proprio durante la cerimonia dei David. A febbraio, infatti, la stessa Calabria Film ha dichiarato che il film di Carpignano era stato candidato ai David di Donatello 2018 in ben cinque categorie diverse: Miglior Film, Miglior Regia, Migliore sceneggiatura originale, Migliore Produttore, Migliore produttore della Fotografia.

Altri riconoscimenti

Ricordiamo poi altri premi [VIDEO], tra cui il riconoscimento per il "miglior film" andato ai Manetti Bros, con il loro film "Ammore e Malavita".

"The Square" di Ruben Ostlund si è aggiudicato il premio come "miglior film dell'Unione Europea". "La lucida follia di Marco Ferreri", di Anselma Dell'Olio, è stato giudicato come miglior cortometraggio, mentre Alessandro Grande con il suo "Bismillah" si è aggiudicato il riconoscimento come "miglior cortometraggio".

Il riconoscimento come "miglior attore protagonista" è stato assegnato a Renato Carpentieri per il film "La Tenerezza". Quello come "miglior attrice non protagonista" a Claudia Gerini per "Ammore e Malavita", mentre quello come "miglior attore non protagonista" è stato destinato a Giuliano Montaldo per "Tutto quello che vuoi", stesso film grazie al quale Francesco Bruni si è portato a casa il premio "David Giovani". Luciano Stella e Maria Carolina Terzi, si sono aggiudicati il premio come "miglior produttori" per il film "Gatta Cenerentola".