La Costituzione italiana ha compiuto 70 anni e la Presidenza del Consiglio dei Ministri, insieme alla Struttura di Missione per gli Anniversari di carattere nazionale, ha promosso il progetto "Il Viaggio della Costituzione" consistente in una mostra itinerante dedicata ai primi 12 articoli della Carta fondamentale dello Stato. In essi sono contenuti i principi ispiratori dell'Ordinamento giuridico-istituzionale [VIDEO] e l'iniziativa si propone di far conoscere agli studenti delle scuole e a tutti i cittadini l'amalgama di idealismo e criteri normativi che hanno impostato il dettato costituzionale. Ad ogni città è stata dedicata una diversa disposizione e a Venezia-Mestre, ottava tappa del viaggio, è stata riservata la "sosta" dell'articolo 8 che definisce il diritto di libertà religiosa.

Esattamente è precisato che "Tutte le confessioni religiose sono ugualmente libere davanti alla legge. Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano. I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze".

L'approdo a Mestre ed il "focus"alla Fenice di Venezia il 2 maggio

La mostra itinerante è giunta al Polo dell'Innovazione Culturale e Tecnologica M9 di Mestre lo scorso 16 aprile per restarvi fino al 2 maggio 2018. L'ingresso è libero dalle 10 alle 19 tutti i giorni e le sezioni espositive si arricchiscono di documenti e contributi multimediali con filmati storici, frasi celebri di personaggi-chiave e con i commenti audio ai primi 12 articoli affidati a Roberto Benigni. Al termine del percorso i visitatori potranno rinnovare simbolicamente l'adesione alla Costituzione apponendo la loro firma "virtuale" accanto a quella dei Padri Costituenti. La storia dei diritti civili condensata nella Costituzione si raccorda con il presente allargando lo spazio della cittadinanza.

All'ottava tappa mestrina è associato il tema "Confessioni Religiose" che sarà approfondito il 2 maggio alle ore 12 nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia all'interno dell'incontro "Dialoghi sulla Costituzione" organizzato dall'editrice Laterza. Il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro sottolineando il valore storico-culturale delle iniziative ha affermato: "Venezia ha una storia cosmopolita fondata sul dialogo e sull'intreccio di culture. Proprio nel 2016 ha celebrato i 500 anni del Ghetto Ebraico ed è da sempre una città rispettosa della libertà, anche religiosa". Andrea Mancinelli, Direttore della Struttura di Missione collegata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, [VIDEO] ha aggiunto che "è un ulteriore tratto del principio di uguaglianza dell'art.3 la specificazione "senza distinzione di religione". Questi valori costituzionali ci indicano il percorso migliore per una convivenza civile". Dopo Venezia, il "Viaggio della Costituzione" raggiungerà Firenze, Trieste, Assisi e Reggio Emilia.