Lo scorso 16 giugno, nella prestigiosa location di piazza Duomo a Milano, ha avuto luogo il famoso concerto organizzato da Radio Italia ogni anno. Tanti gli artisti presenti nella storica piazza del capoluogo lombardo, una ventina di nomi tra gruppi e cantanti singoli. Tra questi, almeno la metà erano riconducibili al sempre più variegato ed esteso universo musicale del Rap italiano, ennesima dimostrazione di come questo genere stia diventando la vera e propria voce delle nuove generazioni.

A condurre la serata è stato il noto duo comico genovese composto da Palo Kessisoglu e Luca Bizzarri; quest'ultimo, il giorno seguente alla manifestazione, ha voluto spendere alcune parole di elogio sui social riguardo il rap italiano, genere che, stando alle sue stesse dichiarazioni, aveva fino ad ora guardato con sospetto e pregiudizio.

Luca Bizzarri piacevolmente sorpreso dal rap Italiano

L'attore ha manifestato tutto il suo stupore e la sua stima artistica ad alcuni esponenti di spicco del genere, lo ha fatto tramite alcuni post sul suo profilo facebook e Instagram ufficiale, seguito da oltre 110.000 followers, ricaricati poi anche su twitter. Il primo post è stato dedicato a tutto il movimento hip hop, con una menzione particolare per Nitro Wilson, queste le parole di Luca Bizzarri:

"Una delle meraviglie del concerto di ieri [VIDEO]è stata aver conosciuto da vicino ragazzi giovani (giovanissimi) che rappresentano una cultura musicale che io, da anziano rancoroso, guardavo con sospetto, con quella superiorità da umarell che ascoltava Fossati e i Genesis, lui. Poi incontri loro, prendiamo per esempio Nitro, lo ascolti e capisci che anche lì c’è talento, anche lì c’è lavoro, e hai l’ennesima conferma del fatto che le cose esistano ed abbiano una dignità, che tu le capisca o no."

"Non riesco a smettere"

Successivamente il noto attore, conduttore e personaggio televisivo, ha pubblicato anche il brano "Thoiry RMX", di Quentin40, Achille Lauro, Boss Doms e Gemitaiz, accompagnandolo con una descrizione tanto breve quanto esplicativa ed efficace, che non lascia spazio a fraintendimenti in merito al parere positivo di Bizzarri, ovvero "Io non riesco a smettere".

Nel corso della serata si sono esibiti artisti esponenti di modi molto distanti tra loro di intendere il rap [VIDEO]: si è passati dal rap-pop nazionalpopolare di J Ax e Fedez, a quello più impegnato e cantautoriale di Caparezza, passando per il rap crudo di Fabri Fibra, e quello delle nuove leve tra le quali, oltre ai sopracitati Nitro e Achille Lauro, anche Capo Plaza, Ghali e Tedua.