Emis Killa ha concesso una lunga ed interessante intervista a microfoni di Sto Magazine, il rapper di Vimercate si è raccontato per ben 45 minuti, fornendo numerosi spunti di riflessione a supporter ed osservatori: dal parziale insuccesso di 'Terza Stagione' – suo precedente lavoro, ampiamente celebrato dalla critica e dagli addetti ai lavori, che non ha però ottenuto riscontri memorabili a livello di numeri, almeno per gli standard di Emis Killa, fermandosi 'solo' al disco d'oro – alla genesi di alcuni dei suoi ultimi successi, svelando anche come è nata l'idea di chiamare il suo ultimo album 'Supereroe': la suggestione sarebbe arrivata dalla storia di un soldato sopravvissuto alla guerra.

Sempre in ambito di retroscena l'artista ha spiegato di aver deciso l'ordine dei brani nella tracklist del disco in soli in dieci minuti.

Emis Killa parla di sua figlia

Emis Killa ha avuto anche modo di raccontarsi dal punto di vista personale, raccontando di ricevere spesso messaggi da donne in crisi che tradiscono i compagni e 'non sanno cosa fare' o di ragazzi che hanno avuto un grave lutto in famiglia. L'autore di 'Terza Stagione' ha anche espresso le sue perplessità relative al fatto che un giorno sua figlia, nata pochi mesi fa, avrà modo di ascoltare tutte le sue canzoni, incluse quelle che lui stesso ha voluto definire come 'scurrili'.

"Mia figlia magari non capirà, dovrò essere intelligente io a farla entrare piano piano in quel mondo e a spiegarle che il suo papà non è soltanto quello di certe canzoni, è un discorso molto delicato", ha dichiarato il cantante.

Sempre parlando di sua figlia, il rapper ha affermato a chiare lettere che non farà il classico 'pezzo para***o' da dedicare alla sua bambina.

Il nuovo e il vecchio

Parlando di cambiamenti tra la scena rap di qualche anno fa e quella attuale Emis Killa, pur non rinnegando la cosiddetta 'nuova scuola' – ha speso infatti belle parole per Capo Plaza, Sfera Ebbasta e Ghali – ha parlato di una 'mancanza di selezione naturale nel Rap di oggi', spiegando come ormai anche artisti senza un particolare talento lirico – li ha definiti 'sgorbi' – possano talvolta avere la strada spianata verso il successo.

Il featuring con 6ix9ine

Nella parte finale della chiacchierata il rapper di Vimercate ha svelato alcuni retroscena relativi al featuring realizzato con la rap star internazionale 6ix9ine, ribadendo di non aver dovuto sborsare neanche un euro per averlo nel suo album e smentendo categoricamente alcuni rumors relativi ad un presunto ruolo di Mario Balotelli – amico di entrambi i rapper – visto che in molti credevano che a fare da tramite tra i due artisti fosse stato proprio il calciatore.

Segui la pagina Rap
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!