Nuovi concerti annunciati quest'oggi: dopo l'annuncio dei Kiss [VIDEO] nella giornata di ieri, arrivano in Italia i Massive Attack che torneranno con un tour dedicato ai 20 anni del loro disco più celebre, Mezzanine. Saranno in Italia per ben 3 appuntamenti:

  • 6 febbraio 2019 • Milano, Mediolanum Forum
  • 8 febbraio 2019 • Roma, Palalottomatica
  • 9 febbraio 2019 • Padova, Kioene Arena

I biglietti saranno disponibili in prevendita con MyLivenation a partire dal 31 ottobre, mentre la vendita generale inizierà venerdì 2 novembre dalle ore 10.

Il trip-hop dei Massive Attack

La musica dei Massive Attack è un autentico percorso spirituale: hanno amato sempre l'innovazione e la sperimentazione musicale, fondando un genere unico e rilassante come il trip hop.

Hanno collezionato moltissimi premi nel corso della loro carriera: Mezzanine è stato anche inserito dalla rivista Rolling Stone tra i 500 album più belli di tutti i tempi.

Il gruppo può inoltre vantare collaborazioni eccezionali: da Madonna a Sinéad O’Connor, da Burial a Mos Def. Hanno lavorato a remix di brani per U2, Peter Gabriel, Lisa Stansfield, Garbage e molti altri.

Con oltre 11 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, la band inglese, nata nel 1988, e formata da Robert “3D” Del Naja E Grantley “Daddy” Marshall, si conferma come uno dei gruppi più significativi degli anni Novanta e Duemila. Hanno riuscito a fondere il lato intimo della psichedelia con la musica dance e l'elettronica: il risultato è uno stile onirico, che fa viaggiare e sognare ogni ascoltatore.

Il dna di Mezzanine

Il loro terzo album in studio, Mezzanine, viene pubblicato nel 1998 ed ha segnato una profonda svolta nelle sonorità del gruppo, con brani come Teadrop e Mezzanine che hanno rappresentato un punto di riferimento per intere generazioni di giovani.

E recentemente per festeggiare l'uscita del disco la band ha avuto una trovata a dir poco geniale: hanno deciso di codificare l'album in una sequenza DNA, che viene conservato come aerosol in bombolette di vernice spray, disponibili in numero limitato. Ognuna di queste bombolette contiene all'incirca un milione di copie DNA di Mezzanine.

Robert 3D Del Naja, leader della band, ne parla come un modo creativo e originale di conservare quello che è stato il proprio lavoro. Non pochi hanno visto nella scelta della vernice spray un richiamo alla street art di Bristol, città in cui è nato il gruppo negli anni ’90. E non a caso molte voci, ma mai conferme ufficiali, sostengono che Robert Del Naja sia il celebre artista "anonimo" Banksy [VIDEO].