Roger Waters ha annunciato il suo nuovo tour. L'ex membro dei Pink Floyd ha dato l'ufficialità sui social. Comincerà negli Stati Uniti a partire dall'estate del 2022. Finora i concerti confermati sono 36. Farà un tour solista con la sua band e suonerà dal vivo i brani dei Pink Floyd, che lo hanno reso celebre in tutto il mondo. Il tour avrebbe dovuto tenersi nel 2020, ma a causa della pandemia da Coronavirus è slittato di due anni.

Pink Floyd, Waters conferma il tour

Concerti e Music Festival sono fermi, ecco perché l'annuncio del This Is Not a Drill Tour di Roger Waters ha mandato in visibilio tutti i fan dei Pink Floyd.

La lontananza dai palchi dell'artista britannico, molto attivo anche a livello politico in particolare in occasione del tour brasiliano, sarà presto ricompensata. Bisognerà attendere però ancora un po' di tempo. L'inizio del tour è previsto il 6 luglio del 2022 a Pittsburgh. Dal video teaser pubblicato sui Social si capisce che Waters ha le idee chiare.

L'artista conferma che sarà "uno stupefacente atto di accusa contro la distopia aziendale in cui tutti lottiamo per sopravvivere". Ma non è semplicemente un puntare il dito contro. Waters è molto attivo politicamente. Come attivista si è occupato di antifascismo, populismi, denuncia delle guerre, ambientalismo e diritti umani. Il tour sarà "un invito all'azione per amare, proteggere e condividere il nostro prezioso e precario pianeta casa”.

Uno show in pieno stile "rock and roll".

Suonerà i successi dei Pink Floyd

È ufficiale. Roger Waters torna in tour. Il This Is Not a Drill Tour si farà tra due estati. Al momento non ci sono date europee.

L'ex Pink Floyd suonerà solo negli Stati Uniti e in Canada. Comincerà a inizio luglio e toccherà Toronto, Quebec, Montrel, Quebec City.

Sarà poi la volta di alcune delle principali città degli Stati Uniti, da Chicago a Philadelphia, da Orlando a Miami, da Washington a New York, da San Francisco a Los Angeles. L'ultimo concerto, stando al calendario ufficiale, sarà quello dell'8 ottobre a Dallas. I biglietti acquistati per il tour del 2020 saranno sempre validi, chi li ha comprati riceverà le informazioni via mail.

36 concerti in cui suonerà anche i vecchi classici della sua ex band. "Lo show include una dozzina di grandi successi dell'era d'oro dei Pink Floyd", annuncia l'artista. E sicuramente ci sarà qualche parla dai celeberrimi The Wall e The Dark Side of the Moon.

Roger Waters: 'Non perdetevelo'

La pandemia ha fatto slittare gran parte dei grandi tour del 2020. Il coronavirus inoltre sta costringendo la maggior parte degli organizzatori a riprogrammare i concerti già spostati per il 2021. Nonostante questo gli artisti continuano a programmare le loro tournée, nella speranza che tra due anni sarà finita una volta per tutte.

Per Roger Waters, 77 anni compiuti a settembre, il rapporto con l'Italia è davvero speciale.

Basti pensare alla sua vita personale, al padre morto durante la battaglia di Anzio nel 1944 o alla pellicola Pink Floyd: Live at Pompei del 1971.

L'ultima esibizione di Waters in Italia fu nel 2018 in occasione dell' Us + Them tour. In quell'occasione suonò nei palasport di Milano e di Bologna, a Lucca e nella suggestiva cornice del Circo Massimo di Roma. Per ora non ci sono date europee, ma manca ancora un anno e mezzo. "Non perdetevelo", scrive l'artista, che non vede l'ora di tornare su un palco.

Segui la nostra pagina Facebook!