Richard H. Kirk, uno dei tre fondatori della band industrial Cabaret Voltaire, è morto nelle scorse ore all'età di 65 anni.

Kirk era rimasto l'ultimo membro in vita della band musicale scioltasi nel 1994.

I Cabaret Voltaire

Nel 1973 a Shieffield tre studenti dell'università, fra cui Richard Kirk, uniti dalla passione della musica folk, concreta ed elettronica misero su la band del Cabaret Voltaire. Gli altri componenti erano il vocalist e bassista Stephen Mallinder e Christ Watson che manipolava i nastri. I tre giovani con la musica volevano descrivere l'ambiente anglosassone.

Con le loro innovazioni dal punto di vista strumentale, come l'uso del sintetizzatore, sono i pionieri della musica psichedelica e dell'industrial per creare dei veri e propri eventi artistici nelle loro performance, esattamente come facevano gli artisti tedeschi di Zurigo del Cabaret Voltaire, da cui prendono il nome, che volevano rompere con gli schemi tradizionali. Quando arrivò il punk rock, era una perfetta combinazione con la loro già affermata impronta stilistica.

La morte

Con Kirk se ne va un pezzo della storia della musica rock degli anni '70 e '80. Sarà ricordato per capolavori come "Mix-up" (1978) e "Red Mecca" (1981), che creano suggestive unioni di elettronica psichedelia e musica concreta.

La notizia del decesso è giunta dalla sua etichetta discografica attraverso i social, la Mute Records ha infatti diffuso il seguente messaggio: "È con grande tristezza che confermiamo che il nostro grande e caro amico Richard H. Kirk è morto. Richard era un imponente genio creativo che ha condotto un percorso di vita singolare per tutta la sua vita e la sua carriera musicale.

Ci mancherà tanto."

L'importanza del gruppo sul piano dell'innovazione musicale

A partire dal 1994 il gruppo dei Cabaret Voltaire si sciolse definitivamente, così Richard Kirk continuò da solista.

Nonostante siano stati innovativi e importanti per questo tipo di musica, non hanno mai avuto un grande successo commerciale, seppur abbiano dato cambiamenti suggestivi per la musica rock.

Tuttavia hanno ispirato, insieme ad altri celebri gruppi come Throbbing Gristle e Clock Dva, la musica industrial di gruppi successivi come i Joy Division. Insomma hanno in sé un alone di miticità che li inserisce nell'olimpo del rock. Fra le altre cose crearono miscugli di musica etnica e funk, come lo si può notare in "Three Mantras" (1980) e "2x45" (1982), il tutto sempre attraverso la musica elettronica proveniente da ciascun membro del gruppo.

Di recente Kirk da solo aveva portato avanti un album "Shadow of Funk", in cui si può capire l'idea dell'artista di voler creare un album che comprendesse tutte le opere più innovative di tutta la sua carriera.