La musica funziona a cicli, oppure per essere più evocativi ad ondate e dunque periodicamente mode e generi musicali si ripropongono ad intervalli di distanza che solitamente sono della durata di un paio di decadi, ma con caratteristiche che si differenziano dai precedenti protagonisti. Il punk ha radici particolari in quanto nasce musicalmente negli States come evoluzione del garage rock in stile MC5 e dilaga con pochi accordi suonati velocemente sotto l'egida dei Ramones nella prima metà degli '70.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Rap

Il seme è gettato, ma per farlo diventare albero, il punk ha bisogno dell'Inghilterra con gli "scalmanati" del '77, cioè Sex Pistols, The Clash, Stiff Little Fingers (Irlanda del Nord) e Generation X, solo per citare quelli più in vista.

L'ondata successiva arriva tra la fine degli anni '80 e l'inizio dei variegati 90's con quello che venne definito "nu punk" con Green Day, Reel Big Fish, NOFX, Rancid, Offspring, Bad Religion e Pennywise. Tutti differenti tra loro con chi trova un focus più ska, altri che strizzano l'occhio al metal o al surf sound, chi il rock un po' più tradizionale e poi il melodic hard core dei Pennywise. Tra questi nomi si inseriscono mille altre sfumature con band più meno di nicchia, più o meno popolari con derivazioni "emo" o più verso un college punk che esplode [VIDEO] qualche anno dopo con i Blink 182 e Sum 41 per citarne gli alfieri.

Il pagliaccio di IT

I Pennywise saranno in concerto in Italia [VIDEO] il 3 Luglio a Rimini sulla spiaggia Beky Bay in località Bellaria Igea Marina, mentre il giorno dopo si sposteranno il Lombardia al Carroponte di Sesto San Giovanni (MI).

La band porta il nome di uno dei personaggi iconografici dell'horror letterario, ovvero il clown "disegnato" dalla penna di Stephen King nel suo romanzo "IT" pubblicato nel 1986 e così incisivo da vederne una trasposizione quattro anni dopo in una serie televisiva di grande successo ed approdato sul grande schermo lo scorso anno.

Pennywise e soci

Negli Stati Uniti d'America hanno raggiunto un notevole successo, soprattutto nell'ambiente degli skaters e per molti anni sono stati ricordati per una versione arrembante di Stand By Me di Ben E. King, classica ballad anni '60 che ben poco aveva a che fare con il punk. Oltre a sdoganare la tipica canzone da chiaro di luna in chiave "isterica", i Pennywise hanno saputo portare ed evolvere la tradizione punk non tralasciando l'impegno sociale e politico nei testi delle loro canzoni, celeberrima l'immagine del videoclip del singolo Fuck Authority in cui compare l'immagine di George Bush con la scritta "not my president". Nelle due date italiane, la band del singer e co-fondatore John Lindberg, sarà accompagnata da altre realtà quali I sick of it all, A Wilhelm scream e Iron Reagan. I Pennywise sono inoltre in procinto di pubblicare, il 20 Aprile, Never gonna die, undicesimo album in studio per la band californiana.