Un tempo, gli occhiali erano di norma indossati. Non c’erano la chirurgia refrattiva e le lenti a contatto. Le montature, però, erano grandi e quadrate, di colore nero o marrone; i modelli, per la verità, non molto accattivanti. A parte i modelli da sole, le Wayfarer, indossate anche da bob Dylan, o quelli a goccia con montatura dorata, che sono tuttora in catalogo del marchio Ray Ban, gli occhiali da vista invece si mascheravano in modo esagerato il volto. Poi, si passò alle montature rettangolari, ma non cambiò l’aspetto che le persone assumevano indossando quel tipo di occhiali non molto piacevole.

Il boom delle lentine

Negli anni 60’, Otto Wichterle [VIDEO], un medico della Cecoslovacchia, introdusse le prime lenti a contatto morbide, che poi furono migliorate, prodotte e distribuite in larga scala negli anni 70’ dalla famosa casa americana Baush & Lomb.

Ma per le persone intolleranti, c’era la rassegnazione a dover indossare per sempre gli occhiali da vista. Per alcuni era un dramma, soprattutto per gli adolescenti che si sentivano presi in giro, e i miopi, quelli che indossavano gli occhiali dalla lenta spessa per causa di una gradazione alta, perché non era stato ancora scoperto il titanio, un materiale che riduce molto lo spessore delle lenti e l’occhio non era rimpicciolito dall’effetto delle diottrie.

Molti big indossavano gli occhiali

Negli anni ’60, Mike Bongiorno, Paoli, Albano, e molti altri personaggi, nonostante erano già introdotte sul mercato le lenti a contatto, scelsero di indossare gli occhiali da vista anche sulla scena. Un tempo, quindi, l’occhiale che s’indossava frequentemente era anche quello da sole, soprattutto i big dello spettacolo, tuttora ne fa un uso giornaliero anche in giornate di scarsa illuminazione.Molte persone stanno benissimo con gli occhiali da vista, anche se essi non abbelliscono.

E, alcuni modelli, donano un certo fascino e una carica d’intellettualità, anche se per molti solo apparente.

Oggi di moda le montature nere

Le montature di acetato nero sono ritornate in voga, ma con modelli diversi. Oggi, le forme della montatura sono generalmente ovalizzate, più piccole rispetto a quelle passate. E ci sono molte persone che nonostante non abbiano difetti refrattivi, indossano questo tipo di occhiale ma con lenti non graduate. Gli occhiali proteggono dal sole (raggi Uv) e dalla polvere, e sarebbe un’ottima scelta alternarle alle lenti a contatto che spesso s’indossano più del dovuto. Infatti, ricordiamo che le lenti a contatto devono essere indossate per un massimo di otto ore. Dopo potrebbero essere indossati di regola gli occhiali da vista.