La Juventus batte la Roma all'Olimpico mettendosi in tasca il titolo simbolico di campione d'inverno e lasciando alle spalle l'inter di Conte all'ultima giornata del girone di andata. La Vecchia Signora si avvicina al nono scudetto consecutivo, anche se l'impresa sarà più difficile dello scorso campionato visti gli infortuni della rosa. All'Olimpico i bianconeri brillano ma non troppo; infatti, contengono gli errori degli avversari e nel finale soffrono il pressing dei giallorossi.

Brutto infortunio per Zaniolo che salta così tutto il girone di ritorno e forse anche la Nazionale.

La Juventus come al solito non gioca alla grande, ma riesce a trovare la via del gol grazie anche agli sbagli degli avversari. Al 3' arriva il gol di Demiral dopo che Kolarov pasticcia in marcatura. La Roma comincia a sbandare come un fiume in piena e un'uscita maldestra di Veretout che poteva meritarsi il cartellino rosso, causa il penalty del calcio di rigore. È Ronaldo a segnare sul dischetto. La Roma ha anche la palla per accorciare le distanze, ma il tiro di Pellegrini verrà ribattuto da un braccio di Rabiot in area: non è rigore perché il braccio è attaccato al corpo e non si muove.

La Juventus gestisce il primo tempo con sagacia, ma non è pericolosa nel contropiede.

Zaniolo esce in lacrime

Alla fine del primo tempo Zaniolo, dopo aver dribblato gli avversari nella metà campo, viene speronato da Rabiot e De Ligt: brutto colpo anche se all'inizio non sembrava così grave l'atterraggio dell'attaccante giallorosso. Ma poco dopo le lacrime avvertono che si tratta di un brutto infortunio e il giocatore esce in barella sotto gli occhi di Mancini: dalla tribuna il Ct della Nazionale è preoccupato perché vede sfumare la presenza del giocatore agli Europei di giugno 2020.

Il giocatore riporta la rottura del legamento crociato del ginocchio destro con associata lesione del menisco e sarà difficile il recupero per questa stagione.

La ripresa

La Roma reagisce al secondo tempo con volontà e determinazione, ma senza coordinazione. Fonseca gioca la carta di Cristante dopo che il giocatore è rimasto fermo per oltre due mesi e mezzo, ma non sarà la mossa vincente per risolvere la partita nel migliore dei modi.

La Juventus cerca di sorprendere la Roma nei corridoi, ma così facendo lascia un varco agli avversari nel settore centrale e due interventi di Szczesny su Under saranno decisivi.

Poi il rigore realizzato da Perotti per un fallo di mano di Alex Sandro fa ben sperare per agganciare il risultato da parte della Roma. Ronaldo spreca una favorevole occasione di testa in area mandando a lato la palla. Higuain segna il 3 a 1, ma è in fuorigioco.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!