Mettersi a #Dieta, per perdere qualche chilo di troppo, rientra molto spesso tra i buoni propositi del nuovo anno. Mangiare sano e fare sport in modo costante è la formula vincente per tornare in forma e stare bene con il proprio corpo. È abbastanza noto che la prima palestra si fa a tavola e proprio a tavola alcuni alimenti nutritivi diventano nostri alleati per farci raggiungere più velocemente l'obiettivo di "remise en forme". Sapevate che la #curcuma possiede proprietà benefiche molto efficaci che agiscono proprio sul metabolismo basale? A confermarlo sono degli studi svolti nel 2017 in diverse Università del mondo, dalla Corea al Texas.

Tali ricerche affermano che questa particolare spezia, grazie ai suoi principi attività, riesce a contrastare il sovrappeso, intervenendo in modo mirato direttamente sugli accumuli di grasso (a livello delle cellule adipose). La curcuma inoltre riesce ad abbassare l'indice glicemico apportato dai carboidrati, ostacolando la formazione di grasso nuovo. Tra le sue proprietà inoltre aiuta a contrastare i gonfiori, apporta dei benefici anche a livello della circolazione sanguigna , linfatica e combatte la ritenzione dei liquidi. Questa spezia si presenta alla nostra vista con un colore giallo e si abbina facilmente alle ricette culinarie, in quanto colora ed insaporisce i piatti in modo gradevole. La si può consumare in modo naturale (l'estratto secco della spezia) o sotto forma di integratore, con una concentrazione di curcuma pari al 95%.

È sempre meglio farsi consigliare dal proprio medico di fiducia sulle dosi e sui tempi di assunzione.

La curcuma ha ulteriori proprietà?

Certamente! Tale spezia è antiossidante ovvero contrasta i radicali liberi, rallentando in tal modo il processo di invecchiamento. Ha proprietà antinfiammatorie, cicatrizzanti, antibatteriche e analgesiche. Inoltre è ricca di vitamine del gruppo B, C, E, K e di minerali. A rendere tanto speciale la spezia è la sua componente principale: la curcumina, che ha il merito di possedere tutte le proprietà elencate, necessarie per un buon funzionamento dell'intero organismo.

In quali casi la curcuma deve essere evitata?

Tale spezia non va assunta se si hanno problemi alle vie biliari e all'urcera. Inoltre è sconsigliata se si sta seguendo una cura a base di farmaci anticoagulanti o anti aggreganti, in quanto la curcuma rende il sangue maggiormente fluido. Infine deve essere evitata in caso di gravidanza o allattamento.