Marotta e la Juventus, 11 grandi colpi bianconeri dell'ex che ora veste nerazzurro

Inter, Marotta conferma: “Ripartirò dall'Italia”. Vuole una ... - fcinter1908.it
Inter, Marotta conferma: “Ripartirò dall'Italia”. Vuole una ... - fcinter1908.it

Ormai ex dirigente juventino, Marotta si avvia verso una scrivania all'Inter con un curriculum di tutto rispetto.

Non perdere le ultime news
Clicca sull’argomento che ti interessa per seguirlo. Ti terremo aggiornato con le news da non perdere.
Clicca e guarda il video
Juventus, Thiago Motta si avvicina alla panchina bianconera

Giuseppe Marotta sarà un nuovo dirigente dell'Inter: manca solo l'ufficialità. Proprio nella giornata di ieri l'ex AD della Juventus è rientrato in Italia dopo aver incontrato in Cina padre e figlio Zhang, rispettivamente proprietario e presidente dei nerazzurri, e le sue dichiarazioni hanno manifestato positività per la conclusione dell'accordo. Gli animi che assistono a questa trattativa sono contrastanti, tra i tifosi interisti in particolare c'è chi non è d'accordo con l'accogliere un ex pilastro della dirigenza juventina in casa Inter, mentre altri invece si ritengono soddisfatti.

Nessun dubbio, però, sul contributo di Marotta alla rinascita e alla crescita della Juventus negli ultimi anni. Ecco allora quella che potremmo definire la top 11, dalla porta all'attacco, dei colpi di Marotta alla Juventus, un gran 4-3-3 offensivo e di fantasia. Non c'è Cristiano Ronaldo? Nessuno scandalo. Come noto a molti, il fenomeno portoghese è un colpo messo a segno sotto la direzione di Andrea Agnelli e Fabio Paratici, e anzi, c'è chi ritiene che questo sia uno dei motivi della rottura tra Giuseppe Marotta e la Juventus, in disaccordo rispetto all'acquisto di CR7.

1

Wojciech Szczesny

Il portiere polacco approda in bianconero dall'Arsenal nell'estate del 2017, dopo aver già assaggiato la Serie A con la Roma, per una cifra di poco superiore ai 12 milioni di euro. Si porta per una stagione il fardello di raccogliere l'eredità di Buffon, ma a differenza di molti suoi predecessori l'attesa dura solo un anno. Oggi il numero 1 sulla schiena lo indossa lui, e fino ad ora ha saputo rispondere quando è stato chiamato in causa.

2

Leonardo Bonucci

Bonucci arriva dal Bari nel 2010 per 15,5 milioni di euro in una Juventus precaria e ancora lontana dai successi degli ultimi anni. Leonardo ha 23 anni, buon prospetto per la difesa juventina e azzurra, ma il primo periodo a Torino è faticoso, molti errori e fatica a mostrare la sua personalità. Con Antonio Conte arriva l'esplosione definitiva, collocandosi tra Barzagli e Chiellini in quella che verrà battezzata BBC. Lascia la Juve nell'estate del 2017, per poi tornare dopo un anno esatto.

Content sponsored by Outbrain