Che sia bianco, verde, nero, rosso o perfino giallo, il rappresenta da sempre una bevanda antichissima, di tradizione millenaria, legata a usanze e rituali locali che si svolgono in numerose parti del mondo, tutte con un significato unico e particolare.

Molto più di una semplice tradizione

La cerimonia del tè rappresenta un rituale che va molto al di là del consumo di una semplice tazza della bevanda, poiché segue un particolare codice di comportamento, preciso e ben definito, a partire dalla preparazione del tè fino ad arrivare alla programmazione dei gesti da compiere per bere la calda bevanda e addirittura l'intera organizzazione della camera in cui dovrà svolgersi la cerimonia.

Si tratta infatti di regole estremamente ponderate e di fondamentale importanza, perché rappresentano molto più di una pura e semplice tradizione, bensì un vero e proprio rito.

Le origini della cerimonia

Nata e sviluppatasi in Oriente, precisamente in Cina, la bevanda del tè era inizialmente usata dai monaci buddhisti per scopi terapeutici riguardanti la dottrina zen e per meditare, per poi raggiungere anche il Giappone.

Il rituale era estremamente preciso e calcolato, e spesso gli aristocratici istituivano anche delle vere e proprie gare per indovinare la provenienza delle foglie del . Secondo la cultura giapponese nella preparazione di questa bevanda, rappresentata come una vera e propria disciplina, sono racchiusi il rispetto e la calma interiore, e questo rituale ha un'importanza tale da essere largamente praticato ancora oggi.

Il rito in Europa

Come ogni usanza e tradizione del passato ha viaggiato molto, e facendo giri immensi è giunta fino in Europa, non potendo fare a meno di radicarsi come usanza e cerimonia. In particolare in Inghilterra la celebre tradizione del tè delle cinque, l'"Afternoon tea", risale circa a inizio dell'Ottocento.

Così come in Oriente, a praticare tale cerimonia erano inizialmente solo le classi abbienti, le quali appresero tale rituale dalla duchessa di Bedford. In quel periodo gli inglesi erano abituati a consumare tè solo a colazione e cena, e la voglia della duchessa di uno spuntino leggero nel tardo pomeriggio, la trasformò in una vera e propria cerimonia.

Agli inizi del Novecento il "tè delle cinque" divenne un tipico evento mondano, nel quale anche l'abbigliamento doveva essere elegante e sofisticato. Si aprirono così anche numerosi negozi e sale da tè in tutta l'Inghilterra.

Una bevanda sempre attuale

Sebbene le tradizioni possano essere affascinanti e molto persuasive, la bevanda del tè è attualmente consumata in tutto il mondo e possiede benefici e caratteristiche davvero invidiabili. Oltre che essere adatta per ogni ora e occasione, che sia colazione, merenda o cena, è una bevanda calda e rilassante, con numerose proprietà dietetiche, nutritive e diuretiche.

Adatto per tutti i tipi di età, il tè non possiede quasi mai controindicazioni particolari e può davvero essere consumato in qualsiasi tipo di contesto ed evenienza.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!