La società odierna vive d’immagini e non di sostanza e conta più l’apparire che l’essere. A dimostrarlo è il numero crescente di fashion blogger e di influencer, ovvero di influenzatori delle masse.

Basta postare foto per diventare un influencer?

Ragazze e ragazzi che si fanno selfie di continuo che poi postano sui social, da Instagram a Facebook, che cambiano un abito all’ora e che frequentano posti in voga, solo per riuscire a diventare famosi. Ad oggi si stima che esistano circa due milioni di fashion blogger, anche se il numero di coloro che riescono ad uscire dall’anonimato è in realtà piuttosto esiguo.

Per riuscire a diventare un fashion blogger o influencer occorre innanzitutto riuscire ad ottenere un alto numero di follower sui propri profili social. Che si conosca o meno la moda poco importa, quel che conta è essere seguiti. Più follower si hanno, maggiori sono le probabilità di essere notati dalle aziende ed esser poi invitati a sfilate ed eventi. In Italia è iniziato tutto con la cremonese Chiara Ferragni, oggi considerata la fashion blogger più influente al mondo, e con la pubblicazione nel 2009 del suo blog The Blonde Salad.

Da lì c'è stato un boom di ragazzine disposte a tutto, persino a farsi fotografare mezze nude ,pur di raggiungere la popolarità.

Non sempre il successo ripaga

Se la Ferragni è riuscita a fare diventare tutto questo una professione, per tante non è così. Per molte di loro resta solo un'effimera chimera. In questi giorni si parla tanto di un triste e patetico caso, emblematico di dove possa condurre il voler ad ogni costo inseguire il successo.

La protagonista è Lissette Calveiro, 26enne nata a Miami e dal 2003 trasferitasi a New York. La sua storia riassume perfettamente la parabola delle illusioni provocate dai social. Pur di diventare famosa su Instagram, Lissette ha cominciato a spendere soldi su soldi per comprare abiti, borse, accessori firmati e costosissimi da postare ai follower. Ha lasciato il tirocinio che stava frequentando per un lavoro part-time e ha iniziato a viaggiare, da Las Vegas alle Bahamas, a frequentare locali chic e a fare shopping sfrenato.

I dodicimila follower non le bastavano, ne voleva molti di più. Le conseguenze di tutto ciò? La situazione le è sfuggita di mano, la sua falsa vita da star di copertina l’ha gettata sul lastrico e Lissette si è ritrovata sommersa dai debiti. Diecimila dollari spesi in solo quattordici mesi. La ragazza americana ha finito col dover scendere dal piedistallo, lasciare la vita di lusso che stava vivendo e iniziare a mettere soldi da parte per pagare i debiti.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Segui la nostra pagina Facebook!