Anchequest'anno è stata prorogata al 15 febbraio la scadenza dell'invio del prospetto informativo disabili da parte dei datori di lavoro pubblici e privati(scadenza solitamente prevista per il 31 gennaio).

L'invio dovrà avvenire esclusivamente in via telematica adottando i nuovi standard del sistema informatico relativamente al prospetto informativo, unicoper tutto il territorio nazionale e sostitutivo di ogni altro precedentemodello, che il Ministero del Lavoro ha reso operativo dal 10 gennaio alla lucedelle recenti novità introdotte dalla L.

92/2012 (c.d. Riforma Fornero).

Dalmomento che la norma in esame non fissa un preciso momento per il calcolo dell'organico si continua a far riferimento all'organico in forza al 31 dicembredell' anno precedente così come previsto dalla L. 68/1999.



Criteridi computo: alloscopo di determinare il numero di lavoratori disabili da assumere sonocomputabili tutti i lavoratori assunti con contratto di lavoro subordinato conesclusione di: contratti a tempo determinato con durata fino a 6 mesi, soci dicooperative e produzione e lavoro, dirigenti, contratti di inserimento,lavoratori somministrati (non rientrano nel computo né per l' impresa si somministrazionené per l' impresa utilizzatrice), lavoratori assunti per attività da svolgersiall'estero, soggetti impegnati in lavori socialmente utili, apprendisti,contratti di formazione e lavoro e contratti di reinserimento.

Ilavoratori assunti con contratto part-time continueranno ad essere computati inproporzione all'orario effettivamente svolto.

Infine,si ritiene opportuno riportare le sanzioni amministrative in tema dicollocamento obbligatorio:

- mancatapresentazione del prospetto informativo: €. 635,11;

- ogni giorno di ritardo nellapresentazione del prospetto informativo: €. 30,76;

- mancata assunzione dellavoratore: €.

62,77 per ogni giorno di ritardo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto