Le frodi sulle carte di credito in Europa sono in aumento anche nel 2012, ciò è dovuto principalmente ad un maggior numero di truffe su Internet, secondo un rapporto della Banca Centrale Europea (Bce ) pubblicato lo scorso 25 febbraio. Questo studio riguarda i Paesi della Sepa, vale a dire la Single Euro Payments Area (Area Unica dei Pagamenti in Euro), che include 28 Stati dell'Unione Europea più Islanda, Liechtenstein, Monaco, Norvegia e Svizzera.


"Le frodi sulle carte di credito in seno alla Sepa sono aumentate nel 2012, per la prima volta dal 2008", constata la Bce in questa relazione. L'importo totale delle frodi in questo periodo è stato stimato in 1,33 miliardi di euro, con un incremento del 14,8% rispetto al 2011. Tuttavia, questo risultato rappresentare una diminuzione del 9,3% rispetto al livello del 2008, mentre il valore delle transazioni è aumentato del 17%.


Quanto all'ammontare della frode nelle transazioni totali (3.500 miliardi ), esso è salito allo 0,038 % nel 2012, aggiunge la Bce. In particolare, i dati raccolti dall'istituto di Francoforte e da diciotto banche centrali dell'area dell'euro mostrano che, in valore, circa il 60% delle truffe con carta di credito nel 2012 è derivato da pagamenti postali, o compiuti per telefono o su Internet, in relazione all'esplosione di acquisti online avvenuta dal 2008.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto