Sembra che si si stia "muovendo" qualcosa sul mercato americano del NASDAQ. Il colosso dello shopping on line Amazon ha acquistato ieri per la cifra di 1 miliardo di dollari il sito Twitch.com, fenomeno nello streaming e attualmente detentore di una quota del 44% del traffico totale di video streaming negli USA. Mentre Google e compagni cominciano ad orientare, si dice, il flusso dei propri investimenti nel settore della sanità, Amazon sembra voler allargare il proprio range di settore (di nuovo, dopo la presentazione del rivoluzionario Fire Phone a schermo 3D) con l'acquisizione di questo particolare sito web dove gli utenti possono sfogare la passione per il gioco in multiplayer e contemporaneamente quella per la webcam: la particolarità di questo sito, nato nel 2011, è infatti che nella schermata di gioco possiamo condividere lo streaming della nostra webcam e contemporaneamente visualizzare quella del giocatore opponente durante la partita(vedi fotogallery).

Jeff Bezos, CEO di Amazon, ha messo in evidenza che "Guardare altri che giocano ai videogames è un fenomeno globale, e Twitch ha messo a punto una piattaforma per farlo" aggiungendo poi che "come Twitch, anche noi siamo ossessionati con i nostri clienti: non vediamo l'ora di poter acquisire il know-how di Twitch e aiutarla a mettere a punto nuovi servizi".

Dobbiamo dunque aspettarci un aumento considerevole del titolo AMZN?

Secondo molti investitori, professionisti e non, probabilmente sì, e ci troveremo forse di fronte a un vero e proprio "toro" nell'andamento di questo titolo, dal momento che la diffusione del nuovo smartphone 3D è ancora limitata e che, naturalmente, l'acquisizione di Twitch porterà i suoi frutti a medio e lungo termine: a detta di molti, comprare queste azioni si rivelerà essere un ottimo investimento.

Immaginando cosa succederà quando il Fire Phone comincerà ad essere venduto globalmente, magari con un abbonamento ai servizi mobile di Twitch incluso nel prezzo, verrebbe quasi da aprire la nostra piattaforma di trading preferita e dedicare immediatamente una bella fetta del nostro portafoglio a questa azienda americana che non sembra aver alcun intenzione interrompere la sua crescita o timore di espandersi su nuovi, innovativi servizi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto