Manca ormai davvero poco al cambio dell'ora, infatti nella notte tra sabato 26 e domenica 27 marzo saremo costretti a spostare le lancette dell'orologio. Quest'anno l'ora legale subentrerà a quella solare proprio nel giorno di Pasqua 2016; si verificherà in questo modo un'evento abbastanza raro, questa concomitanza però, potrebbe essere per tutti noi un vantaggio. Nell'articolo scopriremo il perché ed inoltre vi racconteremo le origini di quest'evento, quali disturbi può recare all'essere umano, perché avviene il cambio orario e se le lancette andranno spostate avanti o indietro.

In arrivo l'ora legale 2016: perché si cambia e origini

Bisogna tornare indietro nel tempo di un secolo, precisamente nel 1916, per assistere al primo spostamento delle lancette. Fu proprio durante la prima guerra mondiale, che in Inghilterra entrò in vigore l'ora legale, per la prima volta nella storia. Si decise di fare questo perché si capi che spostando l'orario, si otteneva un risparmi energetico e quindi monetario importante, che in quel periodo veniva poi riversato in altri settori, come quello bellico.

Nello stesso anno anche altri Paesi europei adottarono lo stesso stratagemma, e tra questi troviamo anche l'Italia, che mantenne il cambio dell'ora sino al 1920. Come detto il motivo primario dello spostamento dell'orario è ilrisparmio energetico; uno studio effettuato dalla società Terna, ha dimostrato come in soli tre anni (si fa riferimento al periodo 2004-2007) nel nostro Paese sono stati risparmiati qualcosa come 300 milioni di euro.

Domenica 27 marzo, cambio orario: lancette avanti o indietro?

Purtroppo questa volta toccherà spostare le lancette dell'orologio in avanti, infatti con l'entrata in vigore dell'ora legale, si dormirà 60 minuti di meno. Questi minuti ricordiamo verranno recuperati durante l'ultima domenica di ottobre, quando tornerà l'ora solare. Come dicevamo in precedenza, questa modifica all'orario potrebbe portare dei disturbi all'essere umano, è infatti noto che l'alterazione del ciclo sonno-sveglia, può causare qualche problema.

Tra i disturbi più comuni possiamo trovare l'insonnia, il mal di testa, difficoltà di concentrazione e irascibilità; nei casi più gravi si può arrivare anche ad incorrere in un infarto cardiaco. Fortunatamente quest'anno le vacanze pasquali, daranno la possibilità di riposarsi di più e quindi, permetteranno a tutti di affrontare al meglio il cambio ora.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto