La Legge di Stabilità 2017, con largo anticipo rispetto allo scorso anno, ha ricevuto l’ok dal Senato con 173 voti favorevoli e 108 contrari. La manovra finanziaria appena approvata dedica molto spazio ad interventi su pensioni, imprese e famiglie. Ecco le misure più importanti:

  • per le imprese minori vale il principio di cassa.
  • è stato confermato il Bonus Bebè 2017 che prevede un assegno di 80€ al mese per ogni figlio (per ISEE inferiore a 25mila euro), e di 160€ mensili per ISEE al di sotto di 7mila euro.
  • viene esteso il bonus delle ecoristrutturazioni ad alberghi e condomini.
  • per la quattordicesima alle pensioni più basse e per l’anticipo pensionistico sono stati stanziati 7 miliardi di euro (in 3 anni).
  • l’Ires scende dal 27,5% al 24%.
  • è stato confermato il sismabonus a partire dal 50% fino all'85%, in caso di miglioramento degli edifici per 2 classi di rischio.
  • nel pacchetto famiglia è previsto il bonus nascita di 800 euro, che interesserà circa 500mila future mamme.
  • ripartono le assunzioni nel pubblico impiego.
  • parte l'anticipo pensionistico (la nuova Ape) a partire dal 1° gennaio 2017, che sarà in vigore fino alla fine del 2018. Coloro che hanno 63 anni di età e 20 di contributi, potranno andare in pensione con una penalizzazione pari al 4,5% (per Ape volontaria).
  • Scongiurato anche l'aumento dell'Iva.

Imprese e liberi professionisti: cosa cambia?

Il capitolo più corposo interessa senz’altro le imprese, con l’introduzione della nuova IRI al 24%.

Anche l’IRES scende al 24% per le società e le persone giuridiche. Inoltre viene introdotto il nuovo regime di cassa per le aziende in contabilità semplificata (scompare il criterio della competenza e divengono irrilevanti rimanenze iniziali e finali). Il reddito delle mini imprese si quantificherà, dal 2017, sottraendo dai ricavi "percepiti" i costi "sostenuti".

È prevista l’estensione al 2017 del super-ammortamento al 140% sui beni strumentali, e arriva anche l'iper-ammortamento al 250% per investimenti in innovazione.

La Legge Sabatini viene prorogata a tutto il 2017 per facilitare il finanziamento degli investimenti delle imprese. Per le aziende agricole, il Governo ha eliminato l’Irpef sulle rendite catastali. Previsto anche un taglio dell’Irap e dell’Imu sui terreni agricoli e uno sgravio dei contributi agricoli Inps totale per gli imprenditori del settore al di sotto dei 40 anni che aprono una nuova impresa.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Nella Legge di Bilancio vengono modificati anche gli importi agevolabili con il credito d’imposta per gli investimenti nella ricerca e sviluppo, che passeranno da 5 a 20 milioni di euro massimi annuali.

Ecco il pacchetto riservato alla famiglie e alla casa

Nella manovra finanziaria trovano spazio gli interventi relativi al bonus bebè, ai voucher asili nido, fino agli sconti per prodotti riservati alla prima infanzia.

In particolare, il bonus future mamme prevede che dal 1°gennaio 2017 venga introdotto un contributo (800 euro) a sostegno del reddito per le donne incinte che hanno superato il 7° mese di gravidanza: occorre avere un ISEE inferiore a 25mila euro.

Nella Legge di Stabilità c’è spazio anche per il voucher da 1.000€ per sostenere le spese d’iscrizione agli asili nido privati e pubblici. Il bonus asilo nido partirà dal 2017 e sarà per tutti, poiché non è previsto un tetto ISEE.

Tale contributo è stato esteso anche ai bambini malati cronici fino a 3 anni, che necessitano di assistenza a casa. Per tutti i papà viene ampliato il congedo di due giorni nel 2017, per salire a 4 nel 2018, con la possibilità di un ulteriore 5° giorno.

Sul fronte della casa, viene prorogata fino al 31.12.2017 l'agevolazione fiscale relativa alla detrazione dall'imposta lorda del 65% delle spese per interventi di riqualificazione energetica degli edifici (e per l'ecobonus).

Confermato anche per un altro anno il bonus mobili al 50%. Per gli interventi della medesima natura relativi a parti comuni condominiali, l'agevolazione vigente (detrazione fiscale al 65% ) è valida, invece, fino al 31.12.2021.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto