È stato pubblicato il bando Ata che decreta la fine degli appalti di pulizia esterni nelle scuole. Nel dettaglio, il Miur, con il bando del 9 dicembre, presente sul suo sito, disciplina la procedura concorsuale che permetterà a 11.263 lavoratori delle pulizie esterne di essere inquadrati come collaboratori ATA. Per poter partecipare alla selezione è indispensabile il possesso dei requisiti previsti dal bando e bisogna inviare la domanda di partecipazione entro il 31 dicembre 2019 alle ore 14. I vincitori del bando saranno assunti nel profilo di collaboratore scolastico dal 1° marzo 2020, con rapporto di lavoro a tempo pieno e/o parziale al 50% ed indeterminato.

Di seguito i posti disponibili, i requisiti per partecipare e le modalità di presentazione delle candidature.

Gli 11.263 posti disponibili in ciascuna regione d'Italia sono i seguenti:

  • 386 in Abruzzo
  • 162 in Basilicata
  • 612 in Calabria
  • 2.536 in Campania
  • 550 in Emilia Romagna
  • 40 in Friuli Venezia Giulia
  • 1.728 nel Lazio
  • 128 in Liguria
  • 392 in Lombardia
  • 259 nelle Marche
  • 82 in Molise
  • 498 in Piemonte
  • 1.611 in Puglia
  • 205 in Sardegna
  • 952 in Sicilia
  • 595 in Toscana
  • 179 in Umbria
  • 348 in Veneto

Requisiti d’accesso al concorso Ata 2020 per 11.263 posti

Per partecipare al concorso sono indispensabili dei requisiti generici e specifici, elencati alle pagg.12, 13, 14 e 15 del bando, ovvero:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell'Unione europea
  • godimento dei diritti civili e politici
  • idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni relative al posto da ricoprire.
  • possesso del diploma di Scuola secondaria di I° grado
  • aver svolto, per 10 anni, compresi gli ultimi due anni, servizi di pulizia come dipendenti a tempo indeterminato di ditte appaltatrici di pulizia

Tali requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione alla procedura selettiva.

Quest'ultima sarà solo per titoli e sarà articolata su base provinciale. Per partecipare al concorso, ciascun candidato deve inviare la domanda nella provincia dove si trova la scuola ove presta attività lavorativa al momento della presentazione della domanda medesima. La domanda di partecipazione alla procedura, cosi come descritto all'art.5 del bando (pag.15) deve essere presentata solo telematicamente secondo queste due modalità:

  • collegandosi al sito web www.miur.gov.it e poi seguendo il percorso>Ministero > Concorsi > Procedura selettiva per la internalizzazione dei servizi > Presentazione della domanda > Vai alla domanda. È necessario in questo caso munirsi di credenziali SPID. All’interno dello spazio denominato “presentazione della domanda” sono disponibili comunque tutte le informazioni utili alla compilazione della domanda.
  • tramite la piattaforma web POLIS – Presentazione On Line Istanze MIUR. In questo caso è necessaria un’utenza valida con l’abilitazione specifica al servizio ‘Istanze on Line’

All'articolo 6, pag.

20 del bando, viene disciplinata anche la valutazione dei titoli culturali e professionali conseguiti entro la data di scadenza del 31 dicembre. All’esito delle procedure selettive i candidati sono collocati in una graduatoria provinciale di merito formulata sulla base del punteggio complessivo posseduto.

Il direttore generale o il dirigente di livello non generale titolare dell’Ufficio scolastico regionale competente per territorio approva con proprio provvedimento la graduatoria di merito provinciale (art.8 bando, pag. 22).

Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!