In Gran Bretagna, il virus informatico responsabile del #cyberattacco ha colpito gli ospedali riuscendo a mandarli in tilt, causando enormi danni economici, cancellando cartelle sanitarie, eliminando dagli archivi informazioni importanti riguardanti la salute dei cittadini inglesi. Tutto questo avrà ripercussioni nell'immediato ed anche nel lungo termine con perdite economiche notevoli per l'azienda sanitaria nazionale e per i consigli di amministrazione degli ospedali privati, basti pensare al costo di ogni singola prestazione sanitaria che dovrà essere ripetuta.

Quando i servizi segreti dovrebbero avvertire le società commerciali di un pericolo informatico?

Sembrerebbe che i servizi segreti USA abbiano creato Ransonware e che solo in seguito il virus sia stato rubato da alcuni Hacker per infettare i computer e chiedere un riscatto in moneta elettronica in cambio del ripristino del sistema. Questo virus è stato quindi creato per scopi militari, per una guerra economica sommersa tra agenzie di spionaggio internazionali, ma allo stato attuale dei fatti rimane sconosciuto il numero delle organizzazioni che sono state colpite, il danno economico arrecato alle singole nazioni e soprattutto chi abbia messo in atto il piano e per quali scopi. L' Europol ha dichiarato di avere un'unica certezza riguardo l'imprevedibile portata dell'evento informatico senza precedenti.

Come proteggere il proprio computer ed evitare perdite economiche personali ?

La NSA americana ha dichiarato che la vulnerabilità dei sistemi è dovuta alla vulnerabilità dello stesso sistema #Windows, OS usato da moltissime persone per il proprio lavoro ed anche a casa, pertanto il pericolo di un danno monetario è reale per tutti gli utenti finali.

Giornate di lavoro perse in pochi secondi, ricordi di famiglia sfumati in righe di codice informatico, il danno economico su base personale non è quantificabile e nemmeno risarcibile in quanto non vi sono assicurazioni che lo coprano in modo chiaro e lineare. Per proteggere i propri interessi basta seguire regole che ormai dovrebbero diventare di uso comune, ad esempio evitare di aprire email che arrivano da fonte sconosciuta o in modo inaspettato e salvare le informazioni che ci interessano su supporti informatici di sicurezza, queste piccole accortezze ci potrebbero salvare da spese diretta conseguenza di un cyberattacco. Come ha detto Kevin Mitnick un computer sicuro è un computer spento.