In arrivo un bonus per l’acquisto di pc, tablet e di abbonamenti internet. A darne notizia è la ministra per l’Innovazione, Paola Pisano, che ha confermato l’approvazione, da parte dell’Unione europea, della misura studiata per sostenere le famiglie in situazioni economiche di difficoltà nell'accesso a servizi e strumenti informatici. Sarà ora compito del governo stabilire modalità e tempistiche di erogazione del bonus che sarà di 500 euro a famiglia.

Acquisto di pc, tablet e abbonamenti internet, in arrivo il bonus di 500 euro

L’emergenza sanitaria ed il conseguente lockdown dei mesi scorsi, ha fatto emergere in maniera inequivocabile il divario esistente non solo tra le diverse zone del paese, ma anche tra famiglie con diversa disponibilità economica in merito all’accessibilità ai servizi informatici.

Sul fronte della didattica a distanza, ad esempio, il 12,7% degli studenti è rimasto escluso a causa della mancanza di strumenti adeguati (dati Agcom-Autorità per le garanzie nelle comunicazioni).

Secondo quanto illustrato dalla ministra Pisano, l’iniziativa del bonus, unitamente alle disponibilità del Recovery Found, consentirà di “rendere meno vulnerabili le nostre strutture produttive, formative e di servizi rispetto a una competizione internazionale affrontata finora dal nostro paese con strumenti, procedure e infrastrutture inadeguati”. L’approvazione della misura da parte della Commissione europea, consentirà alle famiglie economicamente più deboli di acquistare un pc o un tablet e abbonamenti internet.

Chi potrà richiedere il bonus di 500 euro per pc e internet

I fondi messi a disposizione dal governo per il bonus pc ammontano complessivamente a 200 milioni di euro. Per quanto riguarda i requisiti per l’accesso al beneficio, questi dovranno essere fissati da apposite disposizioni, ma sono stati a grandi linee anticipati dalla stessa ministra Pisano: sarà richiesto un Isee inferiore a 20 mila euro che darà diritto ad un voucher di 500 euro a famiglia spendibile per l’acquisto di dispositivi elettronici, come personal computer e tablet, e di servizi di connessione internet.

E’ probabile che si preveda un bonus di importo inferiore (200 euro) da destinare alle famiglie con un Isee superiore alla soglia dei 20 mila euro, ma solo per l’acquisto di servizi di connessione a banda larga ad alta velocità.

Per quanto riguarda i tempi per l'entrata in funzione del bonus, la ministra ha parlato genericamente di “dopo l’estate” ed è pertanto probabile che già da settembre i principali operatori si presentino sul mercato con offerte “ad hoc”, sulla falsariga di quanto verificatosi con il bonus biciclette, in attesa di conoscere le modalità per la restituzione del voucher.

Segui la nostra pagina Facebook!