Terniernergia, società quotata alla Borsa valori di Milano (IT0004359037), ha concluso con successo il lancio di un piccolo prestito obbligazionario in euro da 25 milioni. Il nuovo bond, collocato esclusivamente presso investitori istituzionali, è senior unsecured, cioè non garantito dal patrimonio della società e ha una durata quinquennale.

Il prestito obbligazionario Terniernergia 2019 è stato quotato sul circuito ExtraMot Pro, il segmento professionale del mercato ExtraMot, gestito da Borsa Italiana, ma è negoziabile anche sul mercato non regolamentato Otc (over the market) per importi minimi di 100.000 euro (Isin IT0004991573).

La cedola annuale è fissa, pagabile il 6 febbraio di ogni anno, ed è stata determinata in 6,875%. Il nuovo bond di Ternienergia andrà a scadenza nel 2019 e non gode di alcun rating da parte delle agenzie internazionali.

L'emissione è stata sottoscritta e interamente collocata da Sole Lead Manager JCI Capital Limited Investment & Asset Management presso investitori istituzionali. I proventi rinvenenti dalla raccolta saranno destinati all'ottimizzazione del profilo temporale del gruppo attivo nei settori dell'energia da fonti rinnovabili, dell' efficienza energetica e del waste management. Parte del ricavato sarà destinato anche alla riduzione dei debiti nei confronti delle banche.

Ternienergia renderà noti il prossimo 10 marzo i risultati dell'esercizio finanziario del 2013 che gli azionisti saranno chiamati ad approvare il 23 aprile 2014 anche alla luce del recente piano industriale triennale 2013-2016.

I migliori video del giorno

La società, guidata da Stefano Neri, stima una crescita del giro d'affari nel triennio pari al 35% con obiettivi intermedi pari a Euro 136 milioni per quest'anno, 201 milioni l'anno prossimo e 248 milioni nel 2016. #fotovoltaico #energia rinnovabile