Ormai è dato appurato che il mercato lavorativo interno sia in forte crisi, scarseggia la domanda interna e di conseguenza le assunzioni sono limitate. Ma in questo guado che sembra non avere una fine, c'è una professione che non risente di questo stallo, anzi. Si tratta di addetti alla forza vendita o agenti di commercio, indispensabili per muovere il mercato e per poter contrastare la crisi generalizzata dei consumi.

La forza vendita per un'azienda è determinante. Senza di essa, vendere prodotti o servizi è davvero impensabile. Ecco perchè il "venditore" è tuttora, e sempre sarà, la figura professionale che riesce a meglio fronteggiare la scarsità di occupazione.

Il venditore ideale. Non tutti possono però considerarsi "veri venditori". Le attitudini necessarie sono poche, ma determinanti. Bisogna essere degli eccellenti comunicatori, saper comunicare con potenziali clienti, non avere timori nella negoziazione del prezzo, capire quali sono i bisogni del cliente e trovare per questi ogni soluzione possibile. Ogni venditore ha il suo metodo, la sua formazione e la sua esperienza, ma tutti hanno in comune una cosa: non sanno cosa sia la timidezza. Un venditore timido o timoroso non sarà mai in grado di vendere qualcosa.

Venditori tuttologi o specializzati? Nella maggior parte dei casi, il venditore nella sua esperienza ha venduto o presentato una molteplicità di prodotti, anche di settori commerciali differenti.

La sua caratteristica è quella dell'elasticità: deve sapersi confrontare sempre con nuovi prodotti, deve conoscere ciò che presenta e deve sapere a chi rivolgere l'offerta. E' raro che venda per tutta la vita lo stesso identico prodotto. Ci sono casi rari in cui per tutta la sua vita professionale, invece, venda sempre lo stesso prodotto: è il caso della pubblicità.

Ma anche in questo caso, le forme di comunicazione sono molteplici, e raramente sarà impiegato presso lo stesso settore. Dovrà quindi captare ogni peculiarità del mezzo che rappresenta.

Il network del venditore. Durante la sua carriera professionale, ogni buon venditore si porta a dietro la propria esperienza e professionalità, unitamente a quello che è definito il "suo portafoglio clienti".

Questo rappresenta il caposaldo delle sue trattative, la massa critica a cui rivolgersi nei momenti di criticità del mercato. Ovviamente, non tutti i clienti in portafoglio saranno idonei per tutti i prodotti offerti dal venditore, ma tra questi sicuramente ci sono "clienti elastici", ossia a cui poter rivolgere l'offerta di più prodotti/servizi anche differenti tra loro.