E se parte della riforma delle Pensioni della legge Fornero venisse dichiarata illegittima? La Corte dei Conti ha esaminato il ricorso di una pensionata che ha richiesto che l'INPS l'adegui il trattamento pensionistico per gli anni 2012-2013. Con la riforma Fornero, ideata sotto il governo Monti, oltre all'innalzamento dei requisiti dell'età pensionabile che ha portato al dramma degli esodati, era stata stabilito 'il blocco della perequazione automatica delle pensioni di importo superiore a tre volte il minimo INPS' in relazione agli anni 2012-2013.

Dopo aver esaminato le ragioni della donna, la Corte dei Conti ligure ha deciso di verificare la legittimità della norma davanti alla Corte Costituzionale.

Riforma pensioni Fornero e legittimità: il giudizio della Corte dei Conti

Il giudizio della Corte dei Conti è che la norma abbia ripercussioni dirette sul patrimonio dei destinatari, che vedono la loro pensione non adeguarsi al costo della vita per un periodo, senza avere poi la possibilità di recuperare i mancati aumenti.

In altre parole, mentre il costo della vita aumenta, le pensioni restano le stesse causando una perdita del potere di acquisto dei pensionati. Questo causa una perdita per il pensionato che non potrà essere recuperata negli anni successivi in nessun modo.

Riforma pensioni Fornero e legittimità: cosa succederebbe?

La decisione della Corte Costituzionale sull'eventuale illegittimità di questa parte della riforma Fornero arriverà fra diversi mesi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Se dovesse essere accertata l'illegittimità della norma che prevede il blocco della perequazione automatica delle pensioni, c'è la possibilità che la riforma Fornero venga incrinata. Questo comporterà in parte il ripristino della normativa precedente? Difficile dirlo. Come più volte chiarito, l'abolizione della legge Fornero chiesta a gran voce da tanti, avrebbe ripercussione economiche non indifferenti sul Paese.

L'allora Governo Monti si è dichiarato costretto a prendere provvedimenti radicali per evitare il collasso del sistema pensionistico, in crisi da decenni. Non ci resta che attendere di conoscere la decisione della Corte Costituzionale e poi capire, se l'illegittimità sarà dichiarata, quale strada deciderà di imboccare il nuovo Governo.Voi cosa pensate? La normativa è illegittima? È meglio abolirla a rischio delle conseguenze economiche?

Lasciate un commento.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto