Lo scorso 15/11 è scaduto il termine ultimo riguardo all’inoltre del modello D3 tramite le istanze on line. Si trattava dell’allegato per la selezione degli enti scolastici a cui inoltrare la richiesta di immissione o adeguamento delle graduatorie di 3a fascia del personale ATA. La data di scadenza era fissata inizialmente ai primi giorni del mese di novembre, ma per via di alcuni problemi dovuti al funzionamento del sistema del Miur, si era deciso di prorogarla a metà mese. Nonostante tutto, però, alcuni utenti hanno continuato ad avere disagi e in alcuni casi non sono riusciti ad inoltrare il modello D3.

Cosa succede a queste persone? Abbiamo già detto che, per coloro che non fossero riusciti a presentare tale allegato, sarebbe stata tenuta in considerazione solamente la Scuola a cui il candidato aveva inviato il modello D1 o D2 precedentemente. Una piccola consolazione insomma, ma forse tutto non è perduto, perché è notizia di questi giorni la possibilità di una sanatoria.

Di cosa si tratta? Ora lo andiamo a scoprire in modo più dettagliato e nei minimi particolari. L’organizzazione sindacale CONITP ha chiesto una sanatoria per coloro che non hanno potuto presentare il modello D3 a causa dei malfunzionamenti del portale online relativo alle istanze.

A quanto pare non si tratta di una o due persone qua e là in giro per l’Italia, ma di diversi aspiranti che hanno avuto difficoltà nel procedere alla scelta delle trenta scuole. In certi casi non si è proprio riusciti a terminare l’operazione che in realtà sarebbe dovuta essere semplice e veloce. A causa di questa motivazione il CONITP chiede al Ministero della Pubblica Istruzione un provvedimento sanatorio esteso a tutti o, in alternativa, di procedere alla riapertura del portale per consentire a questi utenti di poter procedere all’invio della propria istanza, proprio contemporaneamente all'avvio dell'aggiornamento riguardante le graduatorie di seconda fascia.

In molti, però, sostengono che la richiesta potrebbe non essere accolta dal Miur, ma potrebbe essere presa in considerazione l’opzione di riapertura delle istanze on-line soltanto per quei candidati che hanno presentato il modello cartaceo entro lo scorso 8/10 tramite modello D1 o D2. Va ricordato, invece, che le istituzioni scolastiche non hanno possibilità di accettare i modelli D3 in modalità cartacea.

Staremo dunque a vedere come andrà a finire questa faccenda. Vi terremo aggiornati sull’argomento e su eventuali provvedimenti presi da parte del Ministero dell’Istruzione a tal proposito: le speranze però sono davvero fievoli.

Segui la nostra pagina Facebook!