Le ultime notizie sulla riforma Pensioni e sugli sviluppi della quota 100 ci portano alle proposte avanzate da Damiano e Treu, mentre per i quota 96 e sul tema delle pensioni anticipate non si registrano nuovi sviluppi. Anche se sono aumentate come numero le proposte di discussione sui temi più rilevanti in materia di riforma del sistema pensionistico italiano, ovvero sulla pensione anticipata, sui quota 96, sull'opzione contributivo donna, sugli esodati e sulle pensioni minime, ancora non si vedono dei segnali che facciano pensare ad una svolta.

Si assiste anzi all'immobilismo del governo Renzi che in materia di riforma pensioni e di maggiore flessibilità lascia, quindi, senza risposta le richieste avanzate nei giorni scorsi. D'altra parte vengono rilanciate le proposte di Damiano del commissario Inps che stanno spingendo per discutere in maniera approfondita un'eventuale riforma di pensione anticipata con il sistema detto quota 100.

Nei giorni scorsi si era parlato molto di flessibilità per l'entrata nel sistema pensioni, di risolvere il nodo quota 96 e addirittura di abolire o modificare l' attuale legge Fornero.

Intanto il Governo Renzi deve ingoiare le bacchettate che arrivano dalla Ue, dal Fondo Monetario Internazionale e dalla Bce, che lamentano appunto una stasi della maggioranza su temi che riguardano milioni di italiani e che pesano molto sulle casse dello stato.

Pensione anticipata e quota 100: le proposte di Treu e di Damiano

Come dicevamo, le proposte pervenute all' attenzione del Governo non mancano, infatti, in questi giorni si è fatto spazio tra le tante possibilità di modifica sui termini di pensione anticipata la proposta di Treu.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Il commissario Inps avanza la possibilità portare i parametri dell' entrata in pensione anticipata con la quota 100 ai lavoratori a cui mancano 3 anni di contributi con una penalizzazione sull'importo percepito una volta usciti dal lavoro. Ma in cosa consiste la quota 100? Il numero non è altro che la somma dell'età anagrafica e degli anni di contributi versati. Secondo lo stesso Treu, questo meccanismo favorirebbe l'alleggerimento del carico contributivo sostenuto dall'Inps nei prossimi anni e sarebbe compatibile con la proposta fatta dal ministro del lavoro, Giuliano Poletti.

Dobbiamo rilevare che sul tema della flessibilità, che sta andando molto di moda negli ambienti parlamentari e sul tema dei quota 100 si è espresso anche il presidente della Commissione lavoro, Cesare Damiano, che sponsorizza il meccanismo per l'entrata in pensione con quota 100 per tutte le categorie di lavoratori, tralasciando al momento le discussioni relative alle altre proposte per la pensione anticipata e per i quota 96, che al momento, sembra essere stata messa da parte categorie secondo cui si deve prevedere l'accesso alla pensione con la quota 100.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto