Prosegue la 'battaglia' del 'Comitato Opzione Donna' grazie all'azione decisa della coordinatrice Dianella Maroni, la quale, insieme a tante altre donne lavoratrici, ha deciso di presentare ricorso al Tribunale Amministrativo del Lazio (TAR) al fine di trovare una soluzione al cosiddetto sistema sperimentale Contributivo Donna. Si cerca a tutti i costi una via d'incontro tra Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS) e Governo Renzi.

Il TAR del Lazio dovrà decidere entro qualche mese in merito all'Opzione Donna con il metodo contributivo

A questo punto, il TAR si dovrà pronunciare nei prossimi mesi per decidere se le lavoratrici in questione potranno usufruire della proroga fino al 31 dicembre 2015 e potranno, quindi, utilizzare questo sistema per poter andare in pensione anticipata raggiungendo i 57 anni di età e 3 mesi (per le autonome 58 anni e 3 mesi) e i 35 anni di contributi attraverso però il conteggio del trattamento pensionistico con il metodo contributivo.

Pubblicità
Pubblicità

La problematica, in un certo senso, è stata sollevata dall'Inps, l'Istituto che, con alcune circolari, ha anticipato la scadenza di questa opzione, interpretando i nuovi requisiti (tramite una 'finestra mobile') in questa maniera: le lavoratrici autonome dovevano aver maturato i requisiti per poter acceder alla pensione entro il 31 maggio 2014, quelle del settore privato entro il 30 novembre e quelle del settore pubblico entro il 31 dicembre 2014.

È ancora possibile aderire alla class action organizzata da Dianella Maroni

Si aspettano, a questo punto, le risposte e le decisioni del governo guidato da Matteo Renzi mentre il Comitato continua a far sentire la sua voce attraverso la class action alla quale si può ancora partecipare tramite la pagina Facebook del Comitato stesso. La scadenza dei termini per aderire è stata fissata al 30 giugno 2015. L'udienza del Tar è stata decisa, invece, per il 6 ottobre prossimo; le lavoratrici sperano si arrivi presto ad una soluzione definitiva a questa problematica. Vi terremo aggiornati sui nuovi sviluppi relativi all'Opzione Donna con il metodo contributivo.

Leggi tutto