Il piano straordinario di assunzioni della riforma di Renzi taglia di fatto fuori dalla Scuola moltissimi precari, che dovranno trovare giustizia nei tribunali. Questo comporterà disagi anche nelle scuole, che dovranno comunque far fronte alla mancanza di organico, in particolar modo nelle materie tecniche e scientifiche. Secondo quanto riferito dal sindacato FLC CGIL, solo a Genova sono circa 1500 i docenti precari che pur avendo alle spalle anni di supplenze, non rientreranno fra le assunzioni straordinarie promesse dal Premier. Il massimo a cui possono aspirare è un altro anno di supplenza.

Pubblicità

Chi sono?

I mancati assunti della riforma scuola di Renzi

I mancati assunti della riforma scuola di Renzi sono coloro iscritti nella II fascia: docenti precari, che dopo la laurea hanno fatto tirocinio e si sono abilitati dopo che la GaE era stata chiusa. Dovendosi accontentare della II fascia (la serie B), ora non potranno essere inclusi nel piano di immissioni in ruolo, anche se alle spalle hanno un periodo di supplenza superiore ai tre anni. Anche se hanno una direttiva europea a loro favore che 'impone' al Governo di assumerli a tempo indeterminato.

Ma come mai il Governo non ha tenuto conto di questi insegnanti precari? L'idea generale è che il problema sia stato seriamente sottovalutato. Facendo qualche calcolo si comprende fino a che punto.

Il Governo ha fatto male i calcoli

Secondo le stime, in Italia necessitano più di 200.000 nuovi docenti per coprire la necessità di organico. Se poi si considerano i 45mila che stanno per andare in pensione, si fa presto a capire che gli assunti effettivi del piano straordinario di assunzioni sono solo 60mila.

Pubblicità

Ma inizialmente, i nuovi assunti non dovevano essere 150mila? Siamo a meno della metà! Questo, in termini pratici, significa che le scuole italiane continueranno ad aver bisogno di supplenti, i precari continueranno ad esistere (al contrario di quanto acclamato per pubblicizzare la riforma) e le materie tecniche e scientifiche avranno forti carenza di organico (in GaE sono presenti pochi insegnanti in queste materie). Tutto molto 'straordinario'!