Non tutti i docenti sono in attesa di ricevere una proposta di incarico; non tutti sono inseriti nelle GaE o GM, ma restano gli esclusi delle GI e i neo laureati; lo stesso ragionamento è valido per gli educatori e gli assistenti sociali. Per loro non vi è possibilità nelle scuole? Non proprio. Poco meno di due settimane all'inizio del nuovo anno scolastico e per gli aspiranti insegnanti è necessario inviare la propria Mad, per dichiarare la propria disponibilità a svolgere delle ore di lezione nel ruolo di supplente, nei progetti educativi o nei corsi di formazione professionale, ma anche negli asili nido, in base alle proprie competenze e titolo di studio.

Pubblicità

Se il dubbio maggiore è quello di 'non saper cosa scrivere' o di 'voler scrivere qualcosa che meglio ci rappresenti come docente' è necessario tenere in considerazione che la stesura di una lettera di messa a disposizione non deve essere obbligatoriamente presa da internet, ma può essere anche redatta a mano indicando i vostri punti di forza e in modo particolare le esperienze lavorative nella Scuola, sia essa pubblica o privata. L'obiettivo è quello di interessare il dirigente scolastico a proporvi un incarico a copertura delle esigenze formative del proprio istituto. Di seguito alcuni consigli per la creazione e per darvi un'idea di come scrivere una Mad e inviarla fin da ora.

Scrivere una Mad personalizzata, suggerimenti

Una buona parte dei docenti che invia la propria messa a disposizione nelle scuole pubbliche, private o nei centri di formazione è laureata in lettere o in materie letterarie, ma non sempre le informazioni base sono sufficienti per dare un'idea chiara e concreta al DS che valuterà la vostra candidatura. Un importante suggerimento per la stesura della vostra Mad è quello che interessa le vostre competenze professionali, esperienze lavorative nella scuole nel ruolo di docente/assistente in italia o all'estero, nelle scuole private o anche nei centri di formazione professionale.

Pubblicità

Con la laurea in lettere è anche possibile insegnare, per esempio 'cultura generale' nei corsi di formazione di estetista, solitamente sono corsi regionali per i quali i dirigenti delle scuole devono certificare i titoli dei propri docenti; allo stesso modo è possibile diventare lettore o insegnante nei corsi per stranieri. Mai dare per scontato dunque che un'istituzione scolastica non insegni la materia per la quale avete conseguito titolo o sostenuto gli esami per l'acquisizione di una specifica classe di concorso.

Per questo motivo è anche utile riportare, dopo l'indicazione delle cdc anche le seguenti diciture, come da esempio, Nell’anno scolastico 2014-2015 ho svolto il ruolo di docente italiano e latino presso il Liceo classico [...] di [...] spiegando anche la tipologia di lezioni e i soggetti interessati al ciclo formativo/professionale (come per esempio soggetti a rischio di abbandono, esclusi dal piano formativo, conclusione del ciclo di formazione; ho svolto il ruolo di educatore nella scuola con soggetti con difficoltà [...] affetti dalle seguenti patologie, disabilità, deficit nell'apprendimento, dislessia, problematiche comportamentali, etc. Dal 2011 insegno materie letterarie nella scuola pubblica italiana (nelle scuole private) con incarichi a tempo determinato.

Pubblicità

È anche possibile aggiungere i titoli di specializzazione per esempio: Nel 2014 ho conseguito il titolo di specializzazione sulle attività didattiche sul sostegno, specializzazione nell'insegnamento di lingua italiana L2, etc, indicando anche le sedi di presa di servizio e gli stati in cui si è lavorato e con quali progetti, se universitari o del Ministero degli esteri, per esempio. Se vuoi restare sempre aggiornato sulla possibilità di inviare la propria domanda per l'insegnamento, le opportunità lavorative, seguici cliccando su 'segui' in alto alla tua sinistra, e/o vota la news cliccando sulle 5 stelle in alto alla tua destra nel caso avrai ritenuto la news interessante.