Cominciano a delinearsi i criteri del ConcorsoScuola che dovrebbe essere indetto entro la fine dell'anno 2015. Concluse le quattro fasi dedicate alla stabilizzazione dei precari previste dalla riforma La Buona Scuola, filtrano le prime indiscrezioni su aventi diritto e prove di selezione che il gruppo di lavoro del ministero dell'Istruzione sta definendo e che dovrebbero andare a costituire il Bando di Concorso da pubblicare a dicembre 2015.

A dicembre il Concorso Scuola 2015: chi potrà partecipare e novità sulle prove.

Secondo quanto pubblicato dal quotidiano Repubblica, il prossimo bando di concorso previsto dalla riforma Giannini-Renzi potrebbe riguardare fino a 90mila professori, contro i 60mila previsti da La Buona Scuola, questo in virtù del fatto che le quattro fasi di stabilizzazione dei precari avrebbero riguardato 87mila insegnanti; una cifra inferiore agli aventi diritto potenziali e che dovrebbe ora essere integrata con le assunzioni per il triennio 2016/2018 derivanti dall'atteso Concorso Scuola 2015.

Per quanto riguarda gli aventi diritto a partecipare al concorso di dicembre, dovrebbe essere confermato quanto previsto dalla riforma, che ha riservato i posti disponibili ai soli candidati in possesso dell'abilitazione all'insegnamento: via libera, quindi, agli insegnanti non inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, ma in possesso dell'abilitazione; ai candidati, che hanno già frequentato negli anni scorsi i Tirocini Formativi Attivi (TFA) o Percorsi Abilitanti Speciali (PAS) e i laureati in Scienze della Formazione Primaria.

L'unica novità, per quanto riguarda gli aventi diritto a partecipare al Concorso Scuola 2015, dovrebbe essere l'inclusione dei candidati in possesso del diploma Magistrale, per effetto di una recente sentenza del Consiglio di Stato che ne ha riconosciuto il diritto.

La novità più rilevante del prossimo Concorso Scuola 2015 dovrebbe riguardare, sempre secondo le anticipazioni di Repubblica, lo svolgimento delle prove di selezione che dovrebbe comprendere, per quanto riguarda la prova scritta, una prova sull'organizzazione della lezione, sulla falsariga di quanto già avviene per l'orale.

Graduatoria Concorso Scuola 2015 e modalità di assunzione.

Per quanto riguarda la formazione della graduatoria derivante dalle prove del concorso, si terrà conto non solo dei risultati delle prove del concorso, ma anche dei titoli di servizio derivanti dall'aver prestato supplenze per un periodo continuativo non inferiore a centottanta giorni, che daranno diritto ad un punteggio superiore.

I vincitori del concorso, saranno assunti nel triennio 2016/2018, in misura del cinquanta per cento di quanto risultante dalle esigenze di turn over e dalle indicazioni dei presidi sulle materie da potenziare.

Il restante cinquanta per cento sarà, infatti, riservato ai quanti ancora iscritti nella Graduatorie ad Esaurimento (GAE).

L'assunzione vera e propria dei vincitori del Concorso Scuola 2015 avverrà, in conformità con quanto previsto dalla riforma La Buona Scuola, previo periodo di prova e formazione di durata non inferiore a centottanta giorni, di cui centoventi di insegnamento, la cui valutazione sarà affidata al dirigente scolastico, coadiuvato dal sentito il comitato per la valutazione, sulla base di un’istruttoria di un docente tutor

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!