Il preside Marco Rozzano ha rimesso il mandato di reggente per la Scuola primaria Garofani di Rozzano, anche se ha mantenuto gli altri incarichi. Il DS aveva deciso di annullare il concerto di Natale nella scuola e di evitare qualsiasi festeggiamento per non urtare la sensibilità degli alunni che professano altre fedi. Nonostante abbia dato le dimissioni, le polemiche non si sono placate, anche perché l'episodio non si è verificato solo a Rozzano, ma anche a Fonte Nuova, vicino Roma, e in Toscana.

Sull'argomento è intervenuto Matteo Salvini che ha dichiarato che il personale scuola che ritiene necessario abolire il presepe debba essere licenziato, perché inadatto a svolgere la sua professione. Anche Maurizio Lupi è dello stesso parere e ha chiesto alla Giannini di 'intervenire pesantemente'. Altri esponenti politici, come Davide Faraone e Angela D'Onghia, sottosegretari all'istruzione, hanno espresso il loro pensiero, ritenendo che fare una politica di inclusione non significa dover soffocare la propria cultura e le proprie radici.

In Toscana un asilo nido vieta il presepe

A Pietrasanta uno dei 5 asili comunali aveva deciso di non allestire il presepe. Sull'accaduto è intervenuto il sindaco del comune di Pietrasanta, Massimo Mallegni, che ha predisposto per lunedì una circolare in cui sollecita tutte le scuole, in particolare la cooperativa che gestisce i 5 nidi, a partecipare ai valori del Natale, allestendo nei luoghi adibiti il presepe e l'albero di Natale.

Per il sindaco sono simboli inalienabili che rappresentano la nostra cultura e sono alla base della nostra tradizione. Il Paese ha bisogno, soprattutto in questo momento, di una festa in cui i valori della fratellanza e della solidarietà vengano ricordati. Il provvedimento preso da Mallegni nasce dall'esigenza di tutelare i valori sacri del nostro paese. Gli italiani devono rispettare chi professa altri credi, ma allo stesso tempo - conclude il sindaco - anche chi ha deciso di trasferirsi in Italia deve rispettare i valori e le tradizioni del nostro paese.

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha deciso di far allestire presso il Quirinale una mostra di presepi provenienti da tutta Italia. L'ufficio stampa tiene però a sottolineare che l'iniziativa era già stata pensata da tempo e che quindi non nasce per alimentare nuove discussioni a riguardo. Si tratta di un importante novità che verrà accompagnata, come di consuetudine, dall'albero di Natale presente nel cortile d'onore del Quirinale. Voi cosa ne pensate della decisione di alcuni DS di vietare il presepe o gli altri addobbi natalizi nelle proprie scuole?Per rimanere aggiornati sulla scuola, come il concorso per educatore asilo nido e docente infanzia con scadenza 1/12, seguiteci.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!