I docenti potenziatori, in questa fase transitoria, non essendo ancora definito il PTOF, possono essere utilizzati dai Dirigenti Scolastici, così come previsto dalla legge 107/2015, per affrontarediverse attività come quelle di recupero, informatiche, d’orientamento, sportive, musicali e artistiche, oltre che per le sostituzioni dei docenti assenti (per supplenze temporanee sino a 10 giorni). Per quest'anno l'impiego deidocenti "potenziatori" si configura, come una sfida per le Istituzioni scolastiche che dovranno mostrare ciascuna le proprie competenze organizzative e gestionali volte all’ ampliamento dell’offerta formativa.

Chiariti quelli che saranno i compiti e le attività dell'organico di potenziamento, vorremmo chiarire quale sarà l'orario di servizio settimanale spettante ai docenti "potenziatori".

Docenti 'potenziatori': chiarezza sulle ore di servizio settimanale

Una delle domande più richieste dai docenti assunti in fase C e dalle scuole che usufruiscono del potenziamento, è quale orario diservizio settimanale spetta ai docenti in organico potenziato? Sebbene attualmente le scuole stanno adottando orario di servizio dei docenti dell'organico di potenziamento, differenti a seconda delle proprie esigenze, va chiarito che ci sono degli obblighi contrattuali da rispettaree che non autorizzerebbero ad un utilizzo indiscriminato dei docenti dell’organico potenziato.

L'orario di servizio settimanale dei docenti "potenziatori", deve rispettare quanto stipulato nel CCNL, ovvero:

  • 22 ore scuole primarie (+ 2 ore programmazione settimanale);
  • 18 ore scuole secondarie;

da spalmare su 5 giorni della settimana, inoltre è previsto un giorno di riposo settimanale. I docenti "potenziatori" a livello contrattuale hanno gli stessi diritti dei docenti di ruolo dell'organico di fatto, la differenza sta nei compiti, essendo i docenti entrati in ruolo con la fase C, comedei veri e propri jolly che dovrebbero essere pronti a fare attività progettuali interrompendole per fare supplenze fino a 10 giorni e riprendendole nuovamente.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!