Fumata nera per l'invio delle buste arancioni nelle case degli italiani: la legge di stabilità 2016 non ha infatti avvallato un nuovo stanziamentoche avrebbe finanziato l'iniziativa già partitanel 2015 e successivamente interrotta per la mancanza di fondi. "Noi non abbiamo oggi la possibilità di mandare a casa a coloro che non hanno preso il pin la famosa busta arancione, se non in quantitativi al di sotto delle necessità" ha sottolineato il Presidente dell'Inps Tito Boeri, che ha fatto dell'operazione di trasparenza nei confronti dei contribuenti uno dei cavalli di battaglia della propria presidenza.

Un'iniziativavista da molti come un segno di discontinuità rispetto alle precedenti gestioni, che preferivano non informare i contribuenti su quello che sarà il probabile destino della propria posizione previdenziale. Resta il fatto che la situazione appare complicata, visto che i propositi iniziali prevedevano un invio massiccio verso la popolazione, mentre al momento potrebbero essere confermate solo le 150000 buste previste lo scorso anno.

Pensioni e busta arancione, la delusione di Boeri: la legge lo prevedeva

Stante la situazione, appare palpabile la delusione del Presidente Inps in merito allo stop subito dall'iniziativa. "Era una cosa che la legge prevedeva. Per anni i Governi e i Presidenti dell'Inps non hanno voluto farlo, per paura di avere reazioni negative da parte dei contribuenti" ha spiegato Boeri, rimarcando che "noi la scelta di informare l'abbiamo fatta".

Purtroppo non si sono presentate le condizioni per portarla avanti fino in fondo, visto che il Parlamento ha deciso di non affrontare il tema dello stanziamento dei relativi fondi. Resta da capire se sarà possibile reperire altre modalità per procedere all'invio, mentre nel frattempo i contribuenti potranno comunque continuare ad effettuare le proiezioni sulla propria futura pensione in autonomia, richiedendo l'apposito Pin e utilizzandolo sul sito istituzionale dell'Inps.

Restiamo a disposizione nel caso desideriate farci conoscere la vostra opinione in merito alle vicende e dichiarazioni che vi abbiamo riportato tramite l'aggiunta di un nuovo commento. Mentre per restare aggiornati sul tema della previdenza e ricevere tutte le ultime news al riguardo vi ricordiamo di cliccare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!