Stop ai vitalizi dei parlamentari e dei consiglieri regionali e tagli drastici alle Pensioni d'oro. Dopo le nuove dichiarazioni del presidente Inps Tito Boeri che hanno infuocato il dibattito sulla riforma pensioni, a rilanciare la battaglia contro le iniquità nel sistema previdenzialeèil leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni.

Previdenza, Boeri: giovani d'oggi in pensione a 75 anni con assegni molto bassi

L'economista bocconiano chiamato dal presidente del Consiglio Matteo Renzi alla guida dell'Istituto previdenziale italiano, commentando ieri in nuovi dati del dossier sulle pensioni dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), ha spiegato ieri che i giovani di oggi avranno la possibilità di accedere al sistema previdenziale a 75 anni e con assegni molto bassi rispetto a chi esce oggi dal lavoro o è già uscito negli anni scorsi col sistema di calcolo retributivo.

Proprio quelle che il presidente dell'Inps chiede di tagliare per inserire nel sistema pensionistico nuove forme di flessibilità per accedere più agevolmente e senza eccessive penalizzazioni ai prepensionamenti. "Chi oggi in Italia prende una pensione d'oro e per la quale non ha versato i contributi - ha spiegato Giorgia Meloni - deve fare i conti con il fatto che la sta togliendo ai suoi figli".

Giorgia Meloni: abolire i vitalizi e tagli alle pensioni d'oro e aumenti alle minime

Sui tagli alle pensioni alte calcolate col sistema retributivo a replicare nei giorni scorsi a Boeri era stato il ministro delle Riforme e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi che aveva detto: "No a interventi spot" aggiungendo che "vanno garantiti i diritti acquisiti".

Ragionamento poi ribadito dal ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti. Alle loro parole di Boschi e Poletti, entrambi del Partito democratico, sembra replicare il presidente di Fratelli d'Italia. "Non ci sono diritti acquisiti - ha detto - che giustificano questa ingiustizia". E in questo contesto, dove la questione previdenziale ritorna di "prepotenza" nell'agenda politica, la Meloni rilancia "per l'ennesima volta", ha sottolineato, le proposte di legge sulla riforma pensioni di Fd'I.

"Abolizione dei vitalizi - ha spiegato Giorgia Meloni in un post sulla sua pagina Facebook- e taglio delle pensioni d'oro". Un'operazione utile a recuperare nuove risorse economiche "per aumentare le pensioni minime - ha spiegato il leader di Fratelli d'Italia - e dare una speranza alle generazioni future".

Diversi i commenti, favorevoli e contrari, al post pubblicato da Giorgia Meloni sul popolare social network.

"Basta togliere le pensioni d'oro - ha scritto Simonetta Gallo - e levare tutti i benefici dei parlamentari, da auto blu a portaborse e così il paese si rimette in sesto. Mandare in pensione come era prima della legge Fornero così i giovani avrebbero posti di lavoro e un futuro la pensione che gli spetta di diritto". "Perché allora a gennaio 2014 - ha replicato Riccardo Fermi alla Meloni - hai votato contro la mozione di taglio delle pensioni d'oro e di aumento delle pensioni minime proposta da M5S? In 337 avete votato contro, tu sei la n° 215. Perché?".

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!