Difficile non dire che la prima delusione di molti aspiranti assistenti di lingua italiana alla lettura del nuovo bando Miur sia stata il limite di età a 30 anni. Sono infatti numerosi i docenti che mirano a frequentare un anno all'estero per poter meglio valutare il sistema scolastico di un altro paese, creare e studiare nuove strategie di apprendimento e metodi innovativi utili per catturare la sempre minore attenzione e passione degli studenti verso l'istruzione. Ma vediamo nel dettaglio quali sono i requisiti del bando per assistenti di lingua italiana all'estero pubblicato in questi giorni dal Miur e chi può partecipare.

Particolare attenzione è necessario dare ai codici meccanografici di esami e classi di laurea.

Miur, requisiti per gli assistenti di lingua italiana all'estero

Il bando è stato pubblicato nella sezione docenti e formazione, con documento di avviso, modello di domanda, tabelle in allegato e doc integrale in pdf con numero dei posti e i Paesi ospitanti. Si ricorda a tal proposito che sarà possibile inviare una sola candidatura per la partecipazione alle prove selettive, scegliendo il Paese e l'istituzione scolastica in relazione anche alle proprie competenze linguistiche.

Nel dettaglio, i candidati dovranno essere in possesso della cittadinanza italiana e non aver compiuto trent'anni, come sopra indicato; non si deve aver già vinto un periodo di assistentato per conto del Miur e si deve aver conseguito dal primo gennaio 2015 un diploma di laurea specialistica o laurea magistrale indicato nella tab. n.2 con almeno 2 esami dell'ambito di lingua/ letteratura/linguistica del Paese ospitante scelto per l'invio della propria candidatura; seconda opzione, conseguimento di titolo di laurea e almeno 2 esami dell'ambito della lingua/letteratura/linguistica italiana, come indicato nella tab.

n.3. Un esempio potrebbe essere aver sostenuto un esame di letteratura inglese, francese, tedesca o spagnola, o gli stessi esami di lingua inglese, francese, tedesca, spagnola (scegliendo almeno 2 esami tra questi del Paese in cui si affiancherà il docente nell'insegnamento della lingua italiana per 12 ore settimanali). Sarà anche possibile inserire gli esami di linguistica, glottologia, lingua italiana, filologia e linguistica, didattica delle lingue romanze, letteratura italiana, letteratura italiana moderna e contemporanea.

Le tabelle dei titoli richiesti e degli esami da sostenere sono distinte in laurea magistrale dell'ex D.M 270/2014 e le classi di laurea specialistica dell'ex D.M 509/99.

Come fare per inserire gli esami sostenuti

Per presentare domanda utilizzando l'applicazione disponibile dal 29/01/ al 29/02/ è necessario collegarsi al sito ufficiale Miur e creare un proprio account con password (confermato dalla ricezione di una mail).

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

La seconda fase di inoltro della candidatura consiste nell'individuare nelle tabelle n. 2 e 3 gli esami da inserire per la valutazione e definizione di un punteggio utile alla vincita dell'incarico di assistente di lingua italiana. È possibile inserire/indicare fino a 5 esami tra quelli indicati e in relazione a quelli richiesti dalla lingua del Paese ospitante: sarà infatti inutile certificare per esempio due esami di lingua e letteratura inglese se poi il Paese scelto per il servizio di assistentato Miur è la Germania.

Quegli esami sono sì indicati nella tabella, ma non sono validi al fine delle prove selettive. A quel punto sarà meglio scegliere uno Stato in cui si parla la lingua per cuisi èin possesso degli esami linguistici, permettendovi di avere un posto più alto nella graduatoria di merito. Si ricorda inoltre che i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza dell'app del bando, ovvero il 29/02/2016. Potete inoltre anche far riferimento al doc di faq su domande e risposte di materia di applicazione della domanda e compilazione dei codici meccanografici degli esami sostenuti. Se desiderate ancora seguirci, cliccate su 'segui' in alto a sinistra e/o votate la news.

Segui la nostra pagina Facebook!