"C'è un percorso aperto e il Governo interverrà per chiarire": lo riferisce il Sottosegretario Tommaso Nannicini, commentandole attuali discussioni riguardanti il tema della reversibilità previdenziale. Secondo l'esponente del Governo, "non c'è mai stata la volontà di intervenire" in senso peggiorativo o restrittivo sul comparto, che anzi sottolinea la presenza di un comune volere tra tutte le forze politiche e parlamentari per evitare "equivoci e strumentalizzazioni". In merito alla vicenda si è espresso anche il Presidente della Commissione lavoro alla Camera Cesare Damiano, spiegando che al momento si sta procedendo ad un esame del testo relativo al Documento di programmazione economica e finanziaria (DEF).

"Abbiamo segnalato un errore contenuto nel testo, che chiediamo di correggere: il riferimento anche alla previdenza per quanto riguarda la razionalizzazione degli strumenti a tutela della povertà. Un argomento che riteniamo ormai superato perché tirerebbe nuovamente in ballo la questione della reversibilità: lo vogliamo considerare una svista"

Pensioni flessibili e uscite anticipate:si punta a due interventi

Anche sul tema della flessibilità non sono mancati nuovi commenti dalla Camera dei Deputati. L'On. Gnecchi ha ribadito il parere favorevole della Commissione lavoro in merito all'introduzione di nuovi correttivi alla legge Fornero. "Stiamo lavorando su due direttrici di intervento" ha spiegato la Parlamentare: "da un latodare più flessibilità in uscita a tutti i lavoratori, uomini e donne.

Maggiore flessibilità in uscita significa assegni più leggeri aprendo un ventagliotemporale dai 60 ai 70 anni, in cui le persone possano adottare una scelta personale e consapevole senza sadiche penalizzazioni". Dall'altro lato si vuole intervenire sul nodo delle Pensioni delle donne che matureranno la quiescenza con il sistema contributivo, visto che secondo le regole attuali gli assegni dovrannorisultare superiori di 1,5 volte la minima sociale.

Un limite che potrebbe far slittare fino ai 70 anni la data di uscita dal lavoro di coloro che hanno percepito stipendi modesti o cumulato i contributi di una carriera discontinua.

Come da nostra abitudine, restiamo a disposizione nel caso desideriate aggiungere un nuovo commento nel sito, mentre per ricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento sulla previdenza vi ricordiamo di utilizzare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!