Il TAR Puglia, con sentenza n. 892/2016 ha annullato quanto disposto dal Miur. Il Ministero aveva provveduto alla pubblicazione degli elenchi: in essi figuravano i nominativi dei candidati della Scuola d'infanzia e primaria della regione Puglia che dovevano conseguire le prove scritte del concorso docenti 2016. La cancellazione di tali elenchi è avvenuta in seguito a ricorsi presentata dai candidati stessi. Essi avevano presentato domanda per concorrere per la scuola d'infanzia e primaria ma la registrazione, in seguito a un errore procedurale tipico di istanze On line, aveva registrato la candidatura solo per la scuola primaria.

Pubblicità

Ricorsisti vincono: Miur deve disporre prove suppletive?

Il Tar Puglia ha quindi disposto che gli elenchi emanati dal Miur venissero cancellati. E' impossibile quindi che dei candidati si vedono mettere in una posizione di svantaggio: chi ha presentato domanda per la scuola d'infanzia e primaria devono vedere il proprio nominativo figurare nella lista degli ammessi alle prove concorsuali per entrambe le classi di concorso. A scanso di equivoci ci teniamo a fare opera di doverosa precisazione: i candidati che hanno fatto ricorso avevano diritto di presentare domanda per le classi di concorso della scuola infanzia e primaria poiché in possesso dell'abilitazione.

Il Miur non si è espresso in nessun modo: non ha cercato di rimediare al malfunzionamento della piattaforma Istanze On line, inserendo i candidati in maniera postuma a seguito dell'avvenuta candidatura mancata; né ha fornito comunicazione del malinteso per permettere agli aspiranti candidati di porre rimedio. Il ricorso quindi è stato accolto e la deve essere eseguita dall'autorità amministrativa. I candidati dovranno svolgere prove scritte suppletive o il Miur cercherà di fare finta di nulla? Si teme la medesima sorte per gli orali. Chi avesse presentato domanda e non avesse visto accolta quella per la scuola d'infanzia può rivolgersi presso il patronato o l'associazione sindacale presso al quale ha presentato ricorso per avere indicazioni sulla procedura da seguire.

Pubblicità