Le ultime novità di oggi sulle Pensioni anticipate e sui precoci sono molte, ma è importante partire dal rinvio dell'atteso tavolo di confronto tra Sindacati e Governo che era previsto per oggi 21 settembre. Nel pomeriggio di ieri, il Ministro Poletti ha spiegato che questo meeting è stato rinviato alla prossima settimana e precisamente al 27 settembre. La motivazione che si può leggere sulla notaministeriale è che c'è bisogno di tempo per "completare gli approfondimenti sulle materie al centro del confronto in atto".

Intanto i precoci restano in attesa di sapere se la quota 41 può essere una soluzione valida, mentre su La7 Elsa Fornero ha difeso la sua manovra, ribadendo però la necessità di intervenire su quelle categorie di lavoratori uomini o donne, che hanno iniziato a lavorare già da minorenni.

Ultime novità Pensione anticipata Precoci: parla Elsa Fornero

Intervenuta durante il dibattito sulle pensioni anticipate durante la trasmissione DiMartedì su La7, Elsa Fornero ha rilasciato importanti dichiarazioni, qui vi riportiamo le frasi principali, in risposta soprattutto a Landini, con cui c'è stato un acceso scontro.

L'ex ministro ha spiegato subito che il Governo non attuerà una contro-riforma per stravolgere quanto fatto dal Governo Monti e dalla sua Legge ("nata in un contesto difficile e in soli 20 giorni"), ma soltanto una "flessibilità concessa, perchè non deve sempre esser la collettività a pagare". Inoltre ha spiegato il suo punto di vista dicendo che "dobbiamo pensare che il lavoro sia inclusivo con giovani e lavoratori anziani, no alla logica fuori tu e dentro io".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Per quanto riguarda i lavoratori precoci, la Fornero si è detta dalla loro parte, ricordando che "Anche i lavoratori precoci meritano considerazione e nn devono pagare l'anticipo pensionistico".

Pensioni anticipateDonne e precoci, le notizie e le dichiarazioni di Laura Boldrini

Nella prossima Riforma delle Pensioni, sembra ormai certa l'introduzione dell'APE per la pensione anticipata a partire da 63 anni, la quattordicesima per le pensioni sotto i mille euro e la ricongiunzione previdenziale gratuita e non onerosa.

Resta però aperto il tema della pensione donne, con la proroga dell'opzione donna e quello dei precoci che chiedono quota 41. Laura Boldrini, dopo l'incontro con i rappresentati di "Lavoro e Welfare" che hanno portato le cinquantamila firme raccolte da Damiano per i precoci, ha twittato la sua vicinanza a questi lavoratori:

La Boldrini ha inoltre ricordato che per le donne c'è ancora molto da fare nel mondo del lavoro e che "Tante donne si sono fatte strada ma il 64,4% delle mamme sotto i 30 anni e con figli piccoli resta a casa senza lavoro, studio, formazione".

Per restare aggiornati con le prossime novità sulle pensioni dei precoci e non solo, vi ricordo che potete cliccare Segui in alto!

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto