Il bonus di 500 da spendere per l’aggiornamento professionale, accreditato eccezionalmente l’anno scorso sul cedolino dei docenti di ruolo, da quest’anno sarà erogato in modo diverso: l’importo sarà disponibile su una carta elettronica che fungerà da borsellino. Vediamo come richiederla e come utilizzare il bonus.

L’applicazione 'Carta del Docente'

L’importo di 500 euro sarà disponibile su una sorta di borsellino elettronico che dovrà essere attivato da ogni singolo docente. L’applicazione web "Carta del Docente”, disponibile all'indirizzo www.cartadeldocente.istruzione.it permetterà l’acquisto presso gli esercenti accreditati a vendere i beni ed i servizi che rientrano nelle categorie indicate dalla norma.

Accedendo all'applicazione ogni docente potrà creare dei “Buoni spesa” da esibire per l’acquisto di:

  • libri cartacei e digitali;
  • le riviste per l’aggiornamento professionale;
  • hardware e software;
  • l’acquisto di biglietti per cinema e teatro;
  • l’iscrizione a corsi di aggiornamento;
  • l’iscrizione a corsi di laurea o master inerenti il proprio profilo professionale.

Come registrare la 'Carta del Docente'

Per poter utilizzare l’applicazione “Carta del Docente” è necessario, innanzitutto, ottenere l’identità digitale SPID presso uno dei gestori accreditati (spid.gov.it/richiedi-spid).

L’identità digitale, che può essere richiesta sin da oggi, è in sostanza un codice univoco che permetterà di accedere ad altri servizi pubblici che arriveranno in futuro e saranno a disposizione dei dipendenti pubblici (spid.gov.it/servizi).

I vantaggi del nuovo sistema

Il nuovo sistema di accredito dei 500 euro per i docenti ha dei vantaggi per tutti i soggetti coinvolti nella procedura. I docenti non dovranno più rendicontare le spese fatte perché le stesse saranno dettagliatamente visibili sull'applicazione e le segreterie delle scuole saranno sollevate dall'onere burocratico del controllo.

Il bonus di 500 euro sarà spendibile solo dopo l’attivazione della "Carta del Docente" perciò tutte le spese sostenute prima non saranno riaccreditate l'anno prossimo.

Per tutte le notizie sul mondo della scuola premi il tasto segui che trovi sotto il mio profilo.

Segui la nostra pagina Facebook!