Finalmente c'è un dato positivo che lascia presagire un futuro migliore per l'italia. Le famiglie italiane sono più soddisfatte delle loro condizioni di vita. Secondo i dati dell'ISTAT, infatti, dopo ben cinque anni sono migliorati la percezione e il grado di soddisfazione che hanno le famiglie della loro vita.

Italiani più soddisfatti della loro vita: è l'Istat ad annunciarlo

L'Istituto Nazionale di Statistica italiano ha annunciato a gran voce la buona notizia: 'Per la prima volta dopo cinque anni, nel 2016, migliorano le stime relative al giudizio delle famiglie sulla soddisfazione per le condizioni di vita'.

I dati riportati dall'Istat dicono che nel 2016 il 41% degli italiani di età pari o superiore a quattordici anni ha espresso un'alta soddisfazione per la propria vita. Nel 2015 la percentuale si era fermata al 35,1%. L'Istat spiega che l'aumento di ben sei punti percentuali rispetto all'anno scorso è da ricollegare al miglioramento di alcuni dati campionari, in particolare quelli riguardanti la percezione economica delle e famiglie e degli individui e la soddisfazione degli occupati per il proprio lavoro.

Questi sono i numeri: nel 2016 il 50,5% delle persone di quattordici anni e più è soddisfatta della propria situazione economica, rispetto al 47,5% del 2015. Alla stessa maniera nel 2016 il 76,2% degli occupati è felice del proprio lavoro, contro il 74,8% del 2015. Aumenta anche il numero di famiglie che giudica la propria situazione economica invariata o migliorata.

Famiglia, amici, salute e tempo libero: ecco ciò che soddisfa gli italiani

I valori che danno più soddisfazione e felicità agli italiani sono la famiglia, gli amici, la salute il tempo libero. I dati sono molto chiari: il 90,1% delle persone di età pari o superiore a quattordici anni è molto soddisfatta delle proprie relazioni familiari, l'82,8% e l'81,2% dichiarano di essere soddisfatti rispettivamente delle proprie amicizie e della propria salute, mentre il 67% è soddisfatto del tempo libero a disposizione.

L'Istat ha riportato anche le percentuali riguardanti le paure e i problemi riscontrati tra le persone di età maggiore o uguale a quattordici anni. In testa alla classifica c'è la criminalità con il 38,9%, seguita dall'inquinamento dell'aria (38%), dal traffico (37,9%) e dalla difficoltà nel trovare parcheggio (37,2%). E' interessante valutare che tra una parte e l'altra dell'Italia cambiano le percezioni dei problemi. Nel Nord la preoccupazione più rilevante è data dall'inquinamento, mentre nel Centro e nel Sud sono rispettivamente la presenza di criminalità e il traffico a essere considerati come i problemi più gravi.

Segui la nostra pagina Facebook!