Continua il dibattito sulla riforma delle Pensioni e sulle novità per la pensione anticipata, ecco le ultime notizie di oggi 31 maggio 2017 con le parole rilasciate da Matteo Salvini durante un'intervista all'interno della trasmissione televisiva DiMartedì condotta da Giovanni Floris. Inoltre, all'interno della trasmissione è intervenuto anche il segretario della Fiom Landini, che ancora una volta ha ribadito l'importanza di una flessibilità in uscita nel sistema pensionistico attuale.

Pensioni anticipate e ultime novità oggi 31 maggio 2017: parla Salvini

Matteo Salvini è stato intervistato in collegamento video da Floris nella serata di ieri, ecco i passaggi principali dell'intervista per quanto riguarda le pensioni.

Pubblicità

Salvini ha spiegato che "Esistono oltre sette milioni di persone che hanno versato contributi all'INPS per 5-10-15 anni e poi hanno smesso di lavorare e hanno perso tutto. Non hanno avuto indietro nemmeno una sola lira dei loro contributi versati. In un paese normale quello che hai dato ti torna indietro perchè sono soldi degli Italiani. Dove trovare i soldi? Tassa unica al 15% oppure regolamentare e tassare la prostituzione che porterebbe 2 miliardi di euro nelle casse dello stato". Salvini ha poi parlato a tuttotondo anche di altri argomenti, rilanciando la sua personale campagna elettorale in vista delle prossime elezioni.

Per questo motivo bisogna prendere con le molle le sue dichiarazioni, anche in tema pensionistico (come la quota 40 per tutti). Si sa che i programmi pre-elezioni son ben diversi da quanto poi realmente si può fare una volta al Governo...

Ultime novità su Riforma Pensioni 2017: parla Landini oggi 31 maggio

Come vi abbiamo anticipato durante la trasmissione DiMartedì è intervenuto anche il segretario della Fiom Landini, vediamo di seguito i passaggi principali della sua intervista sul tema della Riforma delle Pensioni.

Pubblicità

Per Landini l'APE è sbagliata perchè non è una modifica strutturale al sistema pensionistico italiano che dovrebbe esser modificato tramite una riforma per garantire un'abbassamento dell'età pensionabile. Inoltre per quanto riguarda il futuro delle pensioni, il segretario sostiene che " un sistema puramente contributivo è sbagliato e non darà un futuro previdenziale ai giovani". Vanno poi infine sistemate le ingiustizie sulle pensioni che sono state commesse in passato. Voi cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Vi ricordiamo che potete seguirci cliccando sul tasto Segui in alto vicino all'autore per esser aggiornati con le novità sulle pensioni anticipate e sulla riforma pensionistica.