Mentre si resta ancora in attesa della piena applicazione delle misure previdenziali previste nella prima parte di riforma Pensioni targata Renzi-Poletti e mentre si attende anche la conclusione del tavolo di confronto sulla seconda parte di interventi di revisione del sistema pensionistico italiano, sono diverse le questioni ancora aperte e che vengono affrontate anche a livello locale oltre che nazionale. Da Torino e da Palermo arrivano le ultime notizie in materia di previdenza.

Pensioni, mozione del consiglio di Torino contro 'blocco Fornero'

Ieri, il consiglio comunale del capoluogo del Piemonte, ha dato il via libera una mozione sulla previdenza presentata da Roberto Russo di Direzione Italia.

Pubblicità

La mozione approvata, in particolare, impegna l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Chiara Appendino "a chiedere che Governo e Parlamento approvino in breve tempo - si legge nel documento varato ieri dal consiglio comunale di Torino - un atto avente forza di legge che possa dare piena attuazione - viene sottolineato nella mozione - alla sentenza della Corte costituzionale 70/2015". Si tratta della decisione dei giudici della Consulta che hanno dichiarato incostituzionale lo stop all'adeguamento automatico dei trattamenti previdenziali eccedenti un importo pari a 3 volte superiore al minimo fissato dall'Istituto nazionale per la previdenza sociale, cioè 1.443 euro lordi al mese.

Lo stop alla rivalutazione delle pensioni, per quanto riguarda gli anni 2012 e 2013, era stato introdotto dalla legge Fornero in combinato disposto con il decreto Salva Italia del Governo Monti. "La mancata rivalutazione delle pensioni - si legge nella mozione approvata dal consiglio comunale di Torino - ha avuto conseguenze negative sugli anni successivi".

Pensioni, Movimento 5 stelle in piazza a Palermo contro i vitalizi

Dal Piemonte alla Sicilia, dove oggi, in materia di pensioni, vai in scena quello che il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo ha battezzato come il "Giorno della vergogna".

Pubblicità

M5s ha promosso oggi a Palermo una manifestazione per dire "basta si legge in una nota - ai privilegi dei deputati dell'Assemblea regionale Siciliana, nel giorno in cui - viene sottolineato - maturano i requisiti per andare in pensione dopo appena quattro anni sei mesi e un giorno di permanenza a Sala d'Ercole". Nel video che segue le immagini della manifestazione del Movimento 5 stelle oggi a Palermo contro vitalizi e pensioni d'oro.