Situazione di stallo nelle trattative per il rinnovo dei contratti statali 2017 e, in particolare, per quello del comparto della Scuola. Eppure le aspettative dei docenti e del personale della scuola sono evidenti, perdurando il blocco del contratto da ben otto anni. E i sindacati iniziano a perdere la pazienza. Più precisamente, non ci sono aggiornamenti circa il reperimento da parte del Governo Gentiloni e del ministro Marianna Madia dei finanziamenti necessari per assicurare gli aumenti di 85 euro lordi dal 2018 per gli oltre tre milioni e 300 mila dipendenti statali.

Incrementi di buste paga che, per la scuola come per gli altri comparti della Pubblica amministrazione, sono stati firmati il 30 novembre del 2016 nell'accordo tra la Madia e le sigle sindacali.

Ultime contratti statali 2017: situazione per scuola e comparti Pa

Proprio quell'intesa, infatti, sancì la misura degli aumenti degli stipendi degli statali di 85 euro consegueti al rinnovo dei contratti, ma secondo quanto affermato da Francesco Sinopoli della Cgil Conoscenza, quell'importo non basterà comunque a far recuperare al personale della scuola quanto perso finora per il blocco dei contratti, sia in termini di potere di acquisto che di dignità lavorativa.

In più, gli aumenti prospettati non avvicinerebbero nemmeno gli stipendi dei docenti alla media dei Paesi della Comunità europea. Una conclusione che vale sia per i docenti ed il personale della scuola che per chi lavora nelle università, nell'Afam e negli enti che fanno ricerca. In altre parole, il rinnovo del contratto e gli aumenti dovranno essere portati avanti con la trattativa per tutto il comparto della Conoscenza.

E ciò dovrà avvenire di pari passo con gli altri tre comparti della Pubblica Amministrazione. L'Ansa riporta la posizione della Cgil in merito agli aumenti degil stipendi. "E' necessario - ha affermato Sinopoli - che il rinnovo sia affrontato nell'immediato e senza più intoppi. Ma occorre che il Governo metta a disposizione le risorse finanziare promesse all'atto della sottoscrizione dell'accordo di fine novembre scorso affinché ai lavoratori della Scuola e di tutto il comparto della Conoscenza possa essere dato il giusto riconoscimento".

Rinnovo contratti statali e stipendi scuola 2017: da quando gli aumenti stipendi?

Tuttava, la questione del rinnovo dei contratti statali e degli aumenti degli stipendi incontra la realtà attuale delineata proprio dal ministro dell'Istruzione, Valeria Fedeli, la quale si è auguarata di arrivare ai nuovi contratti della scuola entro la fine del 2017. Ma i tempi sono stretti e, alla ripresa delle trattative dopo la pausa estiva, non è stato ancora delineato l'Atto di indirizzo tramite il quale l'Aran dovrà portare avanti la negoziazione con i sindacati per l'intero comparto della Scuola e della Conoscenza.

Ciò metterebbe a rischio la possibilità che, realmente, gli aumenti degli stipendi possano scattare con le buste paga di gennaio del prossimo anno.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!