Le ultime notizie sulla riforma pensioni, ad oggi, martedì 21 novembre 2017, si riferiscono alle ultime battute del confronto Governo-sindacati sugli interventi previdenziali da inserire nella Legge di Bilancio 2018. E' in programma, per quest'oggi, il quarto incontro, probabilmente quello decisivo: non mancano, però, le perplessità.

Pensioni 2017, notizie oggi 21 novembre: Governo-sindacati, 4^ incontro, Gentiloni auspica l'accordo

Governo e sindacati si ritroveranno di fronte quest'oggi, per concordare gli ultimi dettagli della proposta dell'esecutivo sulla riforma Pensioni: il testo, poi, costituirà un emendamento al disegno di Legge di Bilancio 2018.

Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, si augura che i sindacati possano condividere lo sforzo messo in campo dal Governo in merito alla questione riguardante l'adeguamento dell'età pensionabile alla speranza di vita che, secondo il premier, oramai è un dato di fatto che è stato accettato da tutti, anche dai sindacati. Gentiloni, tuttavia, sottolinea come sia opportuno adottare dei provvedimenti che possano sostenere alcune categorie di lavoro: le proposte ci sono state, ora tocca ai sindacati dare il loro consenso.

Riforma pensioni 2017, novità oggi: sindacati divisi, Cgil non ci sta

Ne avevamo già parlato nei giorni scorsi e anche i lavoratori hanno più volte sottolineato il loro scetticismo e la loro poca fiducia nell'operato dei sindacati. Se da una parte la Cgil è pronta alla mobilitazione generale nel caso in cui il Governo non cambi idea in merito alle proposte presentate, dall'altra troviamo una maggiore disponibilità da parte di Cisl e Uil.

Infatti il segretario nazionale Cisl, Annamaria Furlan, nel corso del suo intervento al Consiglio regionale di Brescia, ha parlato di scardinamento del concetto della Legge Fornero che ha equiparato tutti i lavori. Secondo la Furlan, la Cisl ha portato a casa un risultato importante, quello del riconoscimento della diversità dei lavori.

Anche la Uil non ha chiuso ad una possibile intesa con il Governo.

Secondo quanto riportato da 'Il Sole 24 Ore', il sindacato chiede, comunque, che l'esecutivo presti maggiore attenzione alle donne e ai giovani.

Ultime notizie pensioni, oggi 21 novembre: Damiano 'segnali positivi ma non sufficienti', Leonardi 'avanti così'

Il presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano, si augura che il Governo possa fare un altro passo avanti: le ultime proposte rappresentano dei segnali positivi - ha sottolineato l'ex ministro - tuttavia non sono ancora sufficienti.

La risposta del consigliere economico di Palazzo Chigi, Marco Leonardi, chiude la porta, però, alla speranza di possibili ulteriori concessioni: 'Il Governo ha fatto le sue proposte - ha sottolineato Leonardi - sarebbe sbagliato, però, illudersi su grandi cambiamenti, sia per quanto concerne le risorse economiche che potranno essere stanziate, sia per la platea di lavoratori che verranno esentati dall'adeguamento dell'età pensionabile'.

Leonardi ha sottolineato come il Governo confidi che, nell'incontro di oggi, anche la Cgil si avvicini alle proposte messe sul tavolo delle trattative.

Per rimanere aggiornati sulle ultime notizie relative alla riforma pensioni, potete cliccare sul tasto 'Segui', posto vicino alla firma del presente articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!