Al via il primo dei tre concorsi 2018 per i docenti abilitati che, se rispetterà i tempi previsti, porterà in cattedra i nuovi arruolati già nel prossimo anno scolastico 2018/2019. Requisiti entro la scadenza del bando ma anche titoli con riserva.

Domande dal 20 febbraio al 22 marzo

Manca la pubblicazione ufficiale in Gazzetta, ma il Miur ha già emesso un decreto che anticipa requisiti e modalità di partecipazione. Chiariamo subito che il nuovo concorso, non selettivo, riguarda tutti i docenti abilitati della Scuola Secondaria di Primo e Secondo Grado.

Il concorso, per titoli ed esami, chiederà ai docenti precari di affrontare solo una prova orale, di carattere motodologico, della durata massima di 45 minuti in cui si dovrà simulare una lezione. Durante il colloquio verrà valutata anche la conoscenza lingua straniera prescelta durante la compilazione della domanda. Il voto della suddetta prova, sommato a quello dei titoli, consentirà ai partecipanti, ognuno con il proprio punteggio totale, di collocarsi in una graduatoria di merito, che avrà carattere regionale.

La scadenza delle istanze di partecipazione è il 22 marzo.

Requisiti necessari

Il primo concorso scuola secondo le nuove modalità, è rivolto ai docenti abilitati all’insegnamento, in possesso del titolo prima della scadenza del bando. Possono altresì partecipare con riserva, come spiega il Decreto, i docenti che concluderanno l’abilitazione sul Sostegno entro il 30 giugno 2018, essendo attualmente iscritti all’ultimo ciclo di Tfa, avviato lo scorso anno.

Anche chi ha conseguito il titolo attraverso procedure giuridiche e forme cautelari, potrà accedere con riserva al concorso. Gli ITP, attualmente con un ricorso per l'accesso alle Gae, potranno presentare istanza di partecipazione solo se presenti nelle Graduatorie ad esaurimento, o iscritti nella seconda fascia delle graduaotorie di istituto.

Domanda di partecipazione

L’invio della domanda sarà gestito, come tutti gli inoltri riguardanti la scuola, da IOL, il portale del Ministero.

Chi non avesse le credenziali di accesso, dovrà provvedere all’iscrizione su Istanza On Line. Si potrà scegliere solo una Regione ma più classi di concorso. L’inserimento nella Graduatoria di Merito Regionale non comporterà la cancellazione da tutte le altre graduatorie, cancellazione che, invece, avverrà, una volta ottenuta l’immissione in ruolo.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!