Continua l’espansione di amazon in Italia. Il colosso dell’e-commerce ha infatti annunciato l’apertura di un nuovo deposito a Buccinasco, nella periferia di Milano, per il quale sono previste circa 100 assunzioni. Una crescita, quindi, che oltre a rimarcare il definitivo sdoganamento delle vendite online nel nostro Paese, anche se in netto ritardo rispetto al resto del mondo, vede la creazione di nuovi posti di lavoro dei quali l’economia italiana ha particolarmente bisogno.

Assunzioni Amazon per il nuovo deposito di Buccinasco

Un capannone di diecimila metri quadrati in via dell’Artigianato a Buccinasco, nell’hinterland di Milano.

E’ il nuovo centro di distribuzione che l’azienda di Jeff Bezos sta per inaugurare nel nostro paese dove, dopo le iniziali diffidenze, l’abitudine di acquistare online sta diventando sempre più diffusa. La notizia è stata riportata dal Corriere della Sera che ha anche riferito che, per il nuovo centro di smistamento, sono state programmate 100 assunzioni nei prossimi anni.

Soddisfazione è stata espressa, per la scelta di Buccinasco come sito per il nuovo investimento di Amazon in Italia, dal sindaco Rino Pruiti, mentre i sindacati attendono di conoscere ulteriori dettagli sulle professionalità che saranno assunte e sui contratti che saranno stipulati. Il riferimento, ovviamente, è alle recenti proteste di cui sono stati protagonisti i dipendenti del centro di smistamento di Castel San Giovanni, a Piacenza, il primo creato in Italia, che, attraverso due scioperi, hanno sollecitato migliori condizioni di lavoro e stipendi adeguati.

Lombardia polo strategico per Amazon: prossima apertura a Bergamo

La scelta di Buccinasco come sede del nuovo deposito è stata spiegata dal responsabile della logistica di Amazon in Italia, Gabriele Sigismondi con la necessità di rafforzare la propria rete nella zona dove il commercio online è maggiormente diffuso nel nostro paese.

Secondo i dati della Camera di Commercio, infatti, in Lombardia ci sono 3 mila aziende che si occupano di e-commerce, dando lavoro a 5 mila addetti e sviluppando il 22% sul totale commercio online italiano.

Da qui la necessità di aprire un nuovo centro logistico in grado di soddisfare con efficienza i sempre maggiori acquisti provenienti dai clienti milanesi, in aggiunta ai poli già esistenti in regione, dal magazzino di Porto di Mare-Rogoredo a quello varesino di Origgio, che danno lavoro ad 800 addetti e ai quali si aggiungeranno le 100 assunzioni per Buccinasco.

Uno sviluppo che è destinato a crescere con la prossima apertura, prevista per l’autunno 2018, del polo di Casirate, in provincia di Bergamo, grazie al quale si creeranno ulteriori 400 posti di lavoro.