Dopo gli aggiornamenti dedicati al maxi concorso in Agenzia delle Entrate per 650 funzionari con scadenza 17 maggio, ecco che l’INPS ha pubblicato un altro bando dedicati a laureati. Vediamo quindi quali sono i dettagli del bando.

Maxi concorso INPS: in arrivo altri 1000 funzionari

La selezione questa volta è finalizzata al reclutamento di 967 consulenti di protezione sociale, funzionari di area C e posizione economica C1. La domanda deve essere inviata per via telematica entro il 28 maggio 2018, ore 16:00.

Per accedere alla procedura di registrazione bisogna detenere un codice Pin per l’accesso, oppure di uno Spid, oppure la Csn (Carta nazionale dei servizi). Per altri dettagli visitate il sito dell'inps. I requisiti specifici previsti (oltre alla cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea) sono il possesso di laurea in Economia e Commercio, Giurisprudenza, Ingegneria Gestionale.

Nel dettaglio, ci si può candidare se si ha la laurea magistrale/specialistica in: ingegneria gestionale, scienze dell’economia, finanza; relazioni internazionali, scienze della politica; scienze delle PA, statistica economica, finanziaria, demografica e sociale, servizio sociale e politiche sociali, sociologia e ricerca sociale, programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali ed altre ancora.

Vengono poi assegnati una serie di punteggi extra a seconda dei titoli posseduti: Dottorato di ricerca, Certificazione di inglese B2 o C1. Il concorso prevede due prove scritte e una orale, oltre che ad una prova preselettiva a carattere oggettivo-attitudinale, strutturata in una serie di quesiti a risposta multipla in ambito psicoattitudinale, logica, informatica, inglese e cultura generale. La data e la sede in cui si svolgerà la prova preselettiva sarà pubblicata il 5 giugno 2018.

Ricordiamo che lo stipendio del consulente di protezione sociale è pari a 22.314,48 euro, equivalente ad uno stipendio mensile pari a 1.859,54 euro. Il periodo di prova è di 4 mesi.

Come prepararsi a tutte le prove del concorso?

Per prepararsi alla prima prova scritta, che verterà sul diritto amministrativo, del lavoro e costituzionale, è bene comprare dei compendi o brevi manuali dedicati a tali materie.

Allo stesso modo anche per le materie economiche di bilancio e contabilità’ pubblica, pianificazione e gestione aziendale, sarà bene munirsi di testi specifici, in forma molto riassuntiva e che siamo muniti di esempi.

La 1^ prova consisterà in un test sarà a risposta multipla, dove bisogna ottenere almeno 21/30. Si ricorda che, al momento non è prevista la pubblicazione di una banca dati .

La 2^ prova scritta verterà sui seguenti argomenti: diritto civile, scienza delle finanze; economia del lavoro; principi di economia. Anche qui il punteggio minimo per accedere alla prova orale è 21/30. Occorre comprare gli specifici manuali e provvedere a fare tanti quiz con i vari simulatori che si trovano anche online.

La prova orale verterà sulle stesse materie delle due prove precedenti, oltre all’accertamento della lingua inglese ed informatica e si considera superata con i 21/30.

Segui la nostra pagina Facebook!