Le ultime novità [VIDEO] sulle pensioni anticipate 2018 giungono da fonti più che certe, è ‘Il Sole 24 Ore’ stamane a specificare le intenzioni del nuovo presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che con buona probabilità non sarà il mero esecutore che tutti avevano ipotizzato. Il giurista potrebbe lasciare il segno per le misure che andrà ad approvare, le prime in ordine di tempo parrebbero l’abolizione dell’ape social e degli interventi ad hoc resi operativi dalla precedente legislatura. Si passerebbe poi al varo delle misure di pensione anticipata come quota 100 (64+36) e quota 41,5.

Pensioni anticipate: quota 100 e 41.5 con la prossima legge di bilancio

Ci vorrà del tempo, stando alle indiscrezioni emerse dal noto quotidiano "Il Sole 24 Ore" per poter uscire con la tanto ambite quota 100 e quota 41, ma le misure, come si era ipotizzato, non saranno esenti dai vincoli [VIDEO], sebbene nel contratto, è corretto precisarlo, non si faccia menzione degli stessi.

La nota fonte su cui ci siamo basati avverte che per poter vedere approvata quota 100 (somma età anagrafica e contributiva) e quota 41 occorrerà attendere, con buona probabilità, la prossima legge di bilancio, ma che la prima misura sarà fruibile per quanti avranno almeno 64 anni e 36 di anzianità contributiva. Mentre la quota 41 sarà in realtà quota 41.5 senza vincoli anagrafici. Non è ancora chiaro se per tutti o se restano confermati i paletti della precedente legislatura.

Riforma pensioni 2018, ok opzione donna, via ape social e gravosi?

Si legge inoltre su "Il Sole 24 Ore" che le intenzioni del nuovo Governo, ormai pronto a guidare il Paese, sarebbero: ripristinare opzione donna, con uscita 57-58 anni e 35 contributivi con assegno calcolato interamente col contributivo, e procedere verso, si legge e riportiamo: “lo stop all'Ape social e agli interventi ad hoc messi a punto dal governo Gentiloni per i lavori gravosi”.

Come verranno dunque tutelati quanti svolgono mansioni gravose, verranno ampliate le platee o verranno meno le 15 categorie già in essere? Per le donne la proroga fino a quando sarà possibile e soprattutto con che risorse? La quota 100, così enunciata, era davvero quello che gli elettori avevano inteso? Molti ancora i nodi da sciogliere.

Per non perderti gli ultimi aggiornamenti e le ultime novità sulla riforma delle Pensioni ti invitiamo ad iscriverti al nostro nuovo canale dedicato alle pensioni.