Test Invalsi anche nel mese di maggio: inizia così il breve ed impegnativo periodo conclusivo dell'anno accademico 2017/2018. Le prove d'Italiano, matematica ed inglese sono state tenute dagli allievi delle terze sezioni della Scuola secondaria di primo grado ad aprile tramite web. Per quanto concerne invece le scuole elementari, domani 3 maggio sosterranno l'esame d'inglese per la quinta sezione. Il programma prevede il test Invalsi d'italiano per la seconda e quinta sezione e un esame preliminare di lettura, tenuta solamente dalle classi modello della seconda primaria.

Le sezioni delle scuole superiori svolgeranno le prove d'italiano e matematica di comprensione del questionario dell'alunno, in un periodo che va dal 7 al 19 maggio 2018.

Risultati dei test nel 2017: i peggiori si trovano in Calabria

Lo svolgimento delle prove Invalsi è stato tenuto in aprile in tutto il territorio della Penisola, pari al 99,9 % del campione coinvolto. In Calabria, dove i dati di partecipazione raggiunti sono stati in media del 95,50%, si è tenuto l'esito peggiore nel 2017. I test Invalsi rappresentano un'Italia spaccata in due con divari territoriali evidenti nelle discipline di italiano e matematica.

Lo ha reso noto Guido Leone, già direttore tecnico della Urs Calabria, il quale ha sottolineato che anche i risultati delle prove dello scorso anno hanno dimostrato un Meridione che avanza con fatica mentre un Settentrione che eccelle. Per quanto concerne la scuola elementare, ad esempio "il divario tra la regione con il miglior esito, il Molise, e quella con il peggior esito, appunto la Calabria, è di 23 punti" come ha riportato L'Eco dello Ionio.

Quindi, l'Italia procede a due ritmi diversi. Per le prove di matematica, gli studenti calabresi della seconda sezione "possiedono l'esito peggiore e sono i soli ad essere posizionati sotto la media italiana. Il divario tra Molise e la Calabria, cresce a 30 punti. Medesima condizione per la matematica: i punti sono 108 e la differenza con la prima regione, il Molise, è di 29 punti. La situazione rimane invariata per la scuola secondaria di primo grado, analizzata nelle sezioni del terzo anno: gli studenti calabresi sono penultimi, peggio solo i siciliani.

Come funziona la prova di domani 3 maggio

Il test Invalsi d'inglese di domani dispone di due parti della durata di mezz'ora ciascuna: lettura e ascolto. L'inizio è previsto per le 9:30 con la prima parte scritta che comprende tre o quattro esercizi, ognuno dei quali è costituito da un testo della lunghezza massima di 110 parole al quale sono collegate domande di comprensione. Alla fine dell'esame di lettura, intorno alle 10 o 10:15, ci sarà una breve pausa di quindici minuti. Alle 10:30 si procede con la prova d'ascolto composta da tre o quattro dialoghi in inglese della durata massima di un paio di minuti con un questionario di comprensione al quale lo studente deve fornire le risposte sul proprio dossier cartaceo.

La correzione dei test d'inglese sarà eseguita dai docenti secondo le informazioni strutturali fornite dall'Invalsi in corrispondenza della griglia di correzione disposta nella zona riservata dell'istituto a partire dalle 12:00 di domani.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!